.
Annunci online

Il Papa e le vignette di Charlie Hebdo

 

Il pugno di Francesco e la lezione di Voltaire

di EUGENIO SCALFARI

18 gennaio 2015

http://www.repubblica.it/politica/2015/01/18/news/il_pugno_di_francesco_e_la_lezione_di_voltaire-105184848/

  

Io sono un libertario e un miscredente, ma sono d'accordo con Papa Francesco e considero le vignette "blasfeme" di Charlie Hebdo una pericolosissima sciocchezza.

Nella conferenza stampa tenuta dal Papa durante il viaggio aereo del 15 gennaio da Colombo a Manila (https://www.youtube.com/watch?v=1GRbwTEJ6kU, tratto da http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2015/01/15/cinque-cose-che-il-papa-ha-tenuto-a-dire/), egli ha dichiarato sulla strage di Parigi:

“Non si può offendere, fare la guerra, uccidere in nome della propria religione, cioè in nome di Dio. Quello che succede adesso ci stupisce, ma pensiamo alla nostra storia, quante guerre di religione abbiamo avuto! La notte di San Bartolomeo! Anche noi siamo stati peccatori su questo, ma non si può uccidere in nome di Dio, questa è una aberrazione. Quanto alla libertà di espressione: ognuno non solo ha la libertà, il diritto, ha anche l’obbligo di dire quello che pensa per aiutare il bene comune, ma senza offendere, perché è vero che non si può reagire violentemente, ma se il dottor Gasbarri, grande amico, mi dice una parolaccia contro la mia mamma, gli arriva un pugno! È normale! È normale! Non si può provocare, non si può insultare la fede degli altri, non si può prendere in giro la fede. Papa Benedetto in un discorso – non ricordo bene dove – aveva parlato di questa mentalità post-positivista, che porta alla fine a credere che le religioni o le espressioni religiose sono un sorta di sottoculture, che sono tollerate, ma sono poca cosa, non fanno parte della cultura illuminista. E questa è un’eredità dell’illuminismo: tanta gente che sparla delle religioni, le prende in giro, diciamo “giocattolizza” la religione degli altri. Questi provocano, e può accadere quello che accade se il dottor Gasbarri dice qualcosa contro la mia mamma. C’è un limite, ogni religione ha dignità, ogni religione che rispetti la vita umana, la persona umana. E io non posso prenderla in giro”.

Per il suo riferimento alla mamma (io ardisco supporre che non sia ininfluente il fatto che gli Argentini per metà sono di origini italiane, incluso Papa Bergoglio), egli ha approfittato dell’occasione per togliersi un sassolone dalla scarpa. 

Comunque, la frase del papa, ritenuta inaccettabile da molti perché giustificherebbe la violenza per difendere la religione, era una efficace metafora icastica che va inquadrata nel contesto della situazione attuale, in un momento particolare molto difficile per i cristiani nei Paesi mussulmani, perciò con una finalità particolare e facilmente intuibile: le conseguenze concrete, concretissime - in un mondo diventato piccolo in forza dei mezzi di comunicazione - della pubblicazione di vignette "oggettivamente" volgari e pericolose anche per un laico come me - oltre che per un ex collega dei redattori di Charlie Hebdo che ha ritenuto incomprensibile l’ostinazione del direttore Stéphane Charbonnier di pubblicarle -, che un miliardo e mezzo di mussulmani giudicano blasfeme e che una parte di loro molto suscettibile e strumentalizzabile usa come motivo per azioni violente e sanguinose. Dopo la strage di Parigi, in Niger, per colpa delle vignette, i mussulmani hanno assaltato 4 chiese cristiane e ucciso 12 persone. Altrove, sono successi episodi analoghi.

Ieri, un sondaggio ha attestato che il 47% dei Francesi è contrario alla pubblicazione delle vignette.

 

 

Post e articoli collegati:
 
La cricca libica
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2600216.html

ERRARE È UMANO, CHARLIE È DIABOLICO (e se mi è concesso: viva il Papa!) di Piemme
Posted: 18 Jan 2015 10:32 AM PST
http://feedproxy.google.com/~r/blogspot/dEhMk/~3/qkWeOY_mdqg/errare-e-umano-charlie-e-diabolico-e-se.html 

Sfoglia dicembre        febbraio
temi della settimana

imposta patrimoniale bce debito pubblico sviluppo intellettuale crisi economica germania pensioni riforma delle pensioni fornero bersani ue renzi berlusconi banca d'italia fake news sessualità economia curiosita' sessuali pd commissione europea governo monti



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0