.
Annunci online

L’arrogante Commissione Europea

 
L'ira di Saccomanni, rilievi Ue sorprendenti
Ex ministro dell'Economia: 'Commenti su correttezza conti governo Letta incomprensibili e immotivati'
06 marzo, 18:34
''Sorprende - aggiunge l'ex titolare di Via XX Settembre - la decisione della Commissione di classificare come 'eccessivi' gli squilibri macroeconomici italiani, anche perché all'elevato debito hanno contribuito i versamenti ai fondi europei salva-stati e l'operazione straordinaria di pagamento dei debiti delle P.a.,concordata con la Commissione".
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2014/03/06/Saccomanni-incomprensibili-rilievi-Ue-Debito-per-Salva-Stati_10190557.html
 

Anche io, come l’ex ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, ritengo i rilievi della Commissione Europea ingiustificati.

Lo scorso dicembre, nel post L’arrogante Olli Rehn http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2799018.html, scrivevo le stesse cose dette oggi da Saccomanni:

“Anche per il debito pubblico, si sbaglia, poiché è vero che è altissimo, ma è quello cresciuto meno negli ultimi anni, dallo scoppio della crisi nel 2007. [2] E poi Rehn fa finta di non sapere che l’aumento in percentuale è dovuto soprattutto al calo del PIL e che negli ultimi 2 anni esso è cresciuto in valore assoluto per il contributo al MES (45 mld nel 2012 e 55 nel 2013 per salvare gli altri Paesi) ed il pagamento dei debiti della PA, misura autorizzata dalla Commissione UE.

Ma non incomprensibili, poiché essi, dal punto di vista di esecutori fedeli della "linea" come Barroso e Rehn, perseguono, in generale, 3 obiettivi:

1.    Continuare ottusamente e arrogantemente un gioco delle parti tra la UE e l'Italia per sostenere le politiche di austerity, ancorché palesemente in contraddizione, come si vede dai risultati dell’ultimo quinquennio, con l’obiettivo della crescita e della riduzione del rapporto Debito/PIL, agendo anche sul denominatore.

2.    Obbedire ai desiderata, o, meglio, ai diktat della Germania, che tiene sotto controllo i Paesi periferici (i famigerati PIIGS), in particolare la concorrente ed indisciplinata Italia, costringendoli ad aggiustare i loro deficit di competitività (espressi dai disavanzi commerciali) attraverso politiche economiche deflattive, segnatamente dei salari, e non anche politiche espansive nel Paese-guida – la Germania - che trae i maggiori benefici dalla moneta unica, anche se solo ora, alla fine del loro mandato, Barroso e Rehn incominciano a chiederlo.

3.    Costringere l’Italia a finanziare la crescita con misure straordinarie, attingendo le risorse dalla ricchezza degli Italiani, attraverso l’introduzione di un’imposta patrimoniale ingente.

 
Com’è noto ai lettori di questo blog, io condivido quest’ultimo obiettivo e da anni scrivo dell’esigenza di prendere i soldi necessari alla crescita ed a misure straordinarie di welfare (reddito minimo garantito e piano corposo di alloggi pubblici) varando un’imposta patrimoniale ordinaria a bassa aliquota (prevedendo una franchigia di 800 mila-1 mln di €) ed un prestito forzoso di almeno 150-200 mld sulla metà del decile più ricco.
 
 
Post e articoli collegati:
 
Piano taglia-debito per la crescita
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2792930.html
UE, dicotomie
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2804624.html
L’arroganza della Corte Costituzionale tedesca
http://vinces ko.ilcannocchiale.it/post/2805065.html 
Fiscal compact, piove, anzi diluvia, sul bagnato. Alcune contromisure
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2805158.html

Tutti pazzi per i bond dell'Eurozona. Ma la classifica del debito estero premia l'Italia e boccia la Spagna
di Vito Lops 5 marzo 2014             
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-03-05/tutti-pazzi-i-bond-eurozona-ma-classifica-debito-estero-premia-italia-e-boccia-spagna-105821.shtml
 
Le cause reali del calo dello spread
Alessandro Morselli* - 02 Marzo 2014
http://www.economiaepolitica.it/index.php/europa-e-mondo/il-cause-reali-del-calo-dello-spread/ 

BancoreuromoneteUe di Enrico Grazzini
Euro, come recuperare la sovranità monetaria
04/03/2014
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/alter/Euro-come-recuperare-la-sovranita-monetaria-22815

Il parere di Letta, secondo Scalfari:
 
Caro Matteo, chi fa da sé non fa per tre
Eugenio Scalfari
09 marzo 2014
[…] Quanto alle contestazioni della Commissione di Bruxelles sui conti italiani, il parere di Letta è che esse siano state fatte per dare al nostro governo un’arma in più per vincere le resistenze della maggioranza che lo appoggia e che ora comprende anche Berlusconi. Si tratterebbe insomma di un’iniziativa figurativa, tanto più utile oggi che la maggioranza comprende di nuovo Forza Italia, contraria al programma che Letta avrebbe voluto presentare e che invece fu superata dal massiccio voto contrario che lo fece fuori.
http://www.repubblica.it/politica/2014/03/09/news/caro_matteo-80558397/

Krugman: “Monti proconsole della Germania per imporrel’austerità all’Italia”
Pubblicato da keynesblog il 25 febbraio 2013 in EconomiaEuropaItalia
http://keynesblog.com/2013/02/25/krugman-monti-proconsole-della-germania-per-imporre-lausterita-allitalia/
 

Il trattato commerciale transatlantico. Un uragano minaccia gli europei

 
Il trattato transatlantico. Un uragano minaccia gli europei
di Lori Wallach
Venerdì 24 Gennaio 2014
http://www.sinistrainrete.info/index.php?option=com_content&view=article&id=3361:lori-wallach-il-trattato-transatlantico&catid=83:politica-estera&Itemid=63
 

Articolo bello, interessante e istruttivo! Che fare?

Un argine allo strapotere dei veri padroni del mondo - le grandi banche e le multinazionali - sono la trasparenza, la diffusione dell'informazione, la denuncia nominativa delle responsabilità, oltre alla partecipazione consapevole, attiva e assidua dei cittadini.

Soltanto il controllo dei media e l’ammuina dei non ricchi rendono possibile il dominio di un’infima minoranza di straricchi potenti, egoisti, bulimici e spietati sul resto dell’umanità. [1]

E, soprattutto, la connivenza o almeno la corrività dei rappresentanti politici.

Ad esempio, qual è il ruolo in questa vicendadei negoziati sull’accordo di libero scambio tra Canada e Unione europea già terminati e di quelli in corso col governo statunitense, che spera di concludere con il Vecchio continente una partnership di questo tipo”, del presidente della Commissione Europea, Manuel Barroso, [1] che è forse il peggiore presidente della Commissione Europea sia per l'asservimento sostanziale al Consiglio Europeo (leggi: Germania), venendo meno al suo compito istituzionale di equilibrare lo strapotere del Consiglio, sia per i risultati?

Il compito istituzionale del presidente della Commissione UE [3] è fare l’interesse e perseguire il benessere di tutti i 450 milioni di cittadini UE, non soltanto degli straricchi, controbilanciando il potere del Consiglio UE, i cui esponenti, anche quelli di sinistra, subiscono maggiormente le pressioni delle lobby nazionali: vedasi, ad esempio, da ultimo, il caso della regolazione dell’attività delle banche [4], in cui alle conclusioni del rapporto Liikanen si sono a suo tempo opposte non solo molte banche, ciò che era del resto prevedibile, ma anche la Germania e la Francia. Va sottolineato come, in generale, sin dall’inizio la presidenza Hollande si sia caratterizzata come molto sensibile ai desideri del mondo della finanza”.

E' necessario ampliare i poteri del Parlamento Europeo. [5]

 
[1] L’ammuina dei poveri e l’egoismo dei ricchi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2671843.html
[2] Barroso, il peggiore presidente della Commissione Europea
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2797427.html
[3] http://it.wikipedia.org/wiki/Commissione_europea
http://it.wikipedia.org/wiki/Presidente_della_Commissione_europea
http://ec.europa.eu/about/index_it.htm
[4] banche, crisi, Ue, Usa di Vincenzo Comito
Tutto quel che (non) ci ha insegnato la crisi
16/01/2014
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/capitali/Tutto-quel-che-non-ci-ha-insegnato-la-crisi-21712
[5] http://it.wikipedia.org/wiki/Parlamento_europeo 

 
Post e articoli collegati:
 
Trasformazione epocale da governare al meglio
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2753469.html
La globalizzazione non è un gioco equo
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2760049.html
Promemoria delle misure anti-crisi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2761788.html
Dialogo sulla globalizzazione ed altro
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2784949.html

TtipUeUsa di Monica Frassoni
Ttip, tutto quello che non sappiamo
01/04/2014
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/Ttip-tutto-quello-che-non-sappiamo-23491

ambienteOgmTtip di Dario Guarascio
Tutti i rischi del Trattato transatlantico
08/04/2014
Diritto del lavoro, ogm, sanità, ambiente, proprietà intellettuale e energia: tutte le conseguenze del trattato di libero scambio che Usa e Ue vogliono approvare
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/Tutti-i-rischi-del-Trattato-transatlantico-23709

democraziaTtipUeUsa di Alessandra Algostino
Ttip, l'oligarchia diretta dei mercati finanziari
15/04/2014
http://sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/Ttip-l-oligarchia-diretta-dei-mercati-finanziari-23884

TtipUeUsa di Thomas Fazi
Ttip, tutte le bugie sul trattato segreto
23/04/2014
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/alter/Ttip-tutte-le-bugie-sul-trattato-segreto-24057

commercioEuropaTtipUsa di Monica Di Sisto
Stop Ttip, mobilitazione a Bruxelles
27/06/2014
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/Stop-Ttip-mobilitazione-a-Bruxelles-25180  

 
Newsletter n. 365 - 17 ottobre 2014

Ttip, il modello neomercantilista
Bis-trattati/ Il Ttip altera ulteriormente l'equilibrio di potere tra le forze sociali e le grandi imprese, a favore di queste ultime, e istituzionalizza definitivamente le riforme neoliberiste introdotte negli ultimi vent'anni. Intervista a Werner Raza (Ofse): «C’e` un chiaro legame tra il Ttip e lo smantellamento dello Stato sociale a cui abbiamo assistito in questi anni» 
di Thomas Fazi

«Ttip e Tpp sono soprattutto strumenti geopolitici»
Bis-trattati/Intervista a Walden Bello: «Oggi ci troviamo in una situazione in cui la globalizzazione corporativa e il neoliberismo hanno perso molta credibilità e sono dunque sulla difensiva»
di Thomas Fazi

Opporsi alla schiavitù economica
Bis-trattati/Ttip, il Trattato transatlantico per il commercio e gli investimenti. E` il patto che gli Usa impongono ai paesi Ue. Ma la partita e` ancora in corso: accanto al potere filoamericano sempre e comunque, vi sono partiti, sindacati, movimenti che si oppongono e rifiutano la schiavitu` economica
di Guglielmo Ragozzino

Liberalizzarla di più, se possibile
Bis-trattati/Tra gli ambiti del Ttip, uno di particolare rilevanza dovrebbe riguardare i servizi finanziari. Questa almeno è l'idea della Commissione europea, mentre la controparte statunitense ha più volte dichiarato di volere escludere la finanza dal negoziato. 
di Andrea Baranes

Il successo della giornata di mobilitazione europea contro il Ttip
Bis-trattati/Oltre mille eventi in 22 paesi, centinaia di attivisti nelle piazze delle principali capitali, sono l'imponente risultato di mobilitazione ottenuto dalla prima Giornata di azione europea contro Ttip, Ceta e Tisa, convocata per l'11 ottobre scorso dalle piattaforme nazionali contro il Ttip
di Monica Di Sisto

Cause per 3 miliardi
Bis-trattati/Isds (Investor-State Dispute Settlement) è l'acronimo utilizzato per definire gli organismi chiamati ad esprimersi, qualora questo sia previsto da specifici accordi sovranazionali, sulle dispute fra stati ed imprese multinazionali. 
di Dario Guarascio

I negoziati sul Trattato
Bis-trattati/Un ostacolo dopo l'altro, e questo è potuto accadere soprattutto grazie all'opposizione della sinistra e della società civile
di Paul-Emile Dupret

Lavoro, sanità, i rischi del Ttip
Bis-trattati/Grazie al Ttip nascerebbe la possibilità per le multinazionali, qualora volessero contestare una regolamentazione statale o comunitaria stringente, di rivolgersi ad un organismo arbitrale terzo dotandosi così di un potente mezzo per il contrasto di politiche e leggi divergenti dalle loro strategie aziendali
di Dario Guarascio

Ttip e “cooperazione normativa”
Bis-trattati/La cooperazione normativa è uno dei pilastri del Ttip, e ad esso sono imputati la maggior parte dei benefici economici dell'accordo. Dato che le barriere tariffarie tra Ue ed Usa sono già molto basse, l'ostacolo maggiore al commercio e agli investimenti è oggi rappresentato dalla diverse norme regolatorie presenti nei vari paesi. 
di Ronan O'Brien

Il commercio immorale
Bis-trattati/La scuola liberista ha adottato come sua espressione favorita il detto "laissez faire, laissez passer", un'espressione che suona gradita ai predoni, ai truffatori e ai ladri non meno che ai mercanti, il che dovrebbe metterci in guardia da tale massima 
di Friedrich List

Il semestre italiano e gli incontri a tarallucci e vino
Bis-trattati/Frasi a effetto e sostanza zero: ecco come il governo sta affrontando il negoziato
di Monica Di Sisto
 
http://www.sbilanciamoci.info/Newsletter/Newsletter-n.365-17-ottobre-2014
  


L’arrogante Olli Rehn


Descrizione: Paola De Pin

Paola De Pin
Senatrice Gruppo Azione Partecipazione popolare
Inaccettabile Rehn. Boicottiamo la sua elezione a presidente della Commissione Ue
Pubblicato: 04/12/2013 13:50
http://www.huffingtonpost.it/paola-de-pin/inaccettabile-rehn-i-politici-boicottino-la-sua-elezione-a-presidente-della-commissione-ue_b_4383135.html
 
Olli Rehn, assieme a Barroso, il peggiore presidente della Commissione Europea, [1] è al servizio della Germania ed è colui al quale non sono bastate manovre correttive berlusconiane per 267 mld cumulati;  neppure quelle varate da Monti, che sono ammontate a 63 mld; totale 330 mld. Ora l'Italia presenta il migliore avanzo primario in UE27.
Anche per il debito pubblico, si sbaglia, poiché è vero che è altissimo, ma è quello cresciuto meno negli ultimi anni, dallo scoppio della crisi nel 2007. [2] E poi Rehn fa finta di non sapere che l’aumento in percentuale è dovuto soprattutto al calo del PIL e che negli ultimi 2 anni esso è cresciuto in valore assoluto per il contributo al MES (45 mld nel 2012 e 55 nel 2013, per salvare gli altri Paesi) ed il pagamento dei debiti della PA, misura autorizzata dalla Commissione UE.
E' vero, noi dobbiamo completare i compiti a casa, tra cui è fondamentale un'imposta patrimoniale e/o un prestito forzoso di 150-200 mld per evitare che il Paese affondi. [3] Ma, come gli scrissi, [4] anche lui deve fare i compiti a casa, ma non li fa perché deve disturbare la potente Germania, che fa concorrenza sleale (con la deflazione dei salari, compensati dal robusto welfare tedesco) e non rispetta il limite massimo del surplus commerciale. 
L'unica nota positiva è che ha contribuito a liberarci di Berlusconi come PdC.
 
[1] Barroso, il peggiore presidente della Commissione Europea
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2797427.html
[2] Il solito Olli Rehn, l’amico del giaguaro
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2744430.html
[3] Piano taglia-debito per la crescita
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2792930.html
[4] Il debito pubblico è il «peccato originale» dell'Italia? Ma i dati dicono che cresce meno di tutti i Paesi euro. Mentre il Pil...
di Vito Lops 03 dicembre 2013
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-12-03/il-debito-pubblico-e-peccato-originale-italia-dati-dicono-che-cresce-meno-tutti-paesi-euro-mentre-pil--110537.shtml
 
 

Sfoglia febbraio        aprile
temi della settimana

germania economia bersani commissione europea ue riforma delle pensioni fornero debito pubblico bce sessualità banca d'italia pd renzi berlusconi imposta patrimoniale curiosita' sessuali governo monti crisi economica pensioni fake news bufale



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0