.
Annunci online

Lettera ad Antonio Polito

 
Dopo avere ascoltato l’altro ieri, a Radio3-Tutta la città ne parla, [1] l’ennesima sua concione dalla logica vagamente stortignaccola, riporto la lettera che inviai il 14/9/2011 ad Antonio Polito, uno dei grilli parlanti del giornalismo italiano, presente dappertutto, col suo sorrisetto cinico e sdentato, pronto a sfoggiare, da quando scrive sul Corriere della Sera, il suo apparente cerchiobottismo, in realtà pencolante verso destra ed i poteri forti. Ad oggi, non ho ricevuto nessuna risposta.
 

Oggetto:

LA CASTA DEI GIORNALISTI DI DESTRA E QUALCUNO ANCHE DI SINISTRA, LE MANI IN TASCA E GLI UTILI IDIOTI

A:

<a.polito@corriere.it>Descrizione: http://mailbeta-static.libero.it/cp/images/default/en/mail/smart/addcontact.gif

Data:

14/09/2011 22:00 

LA CASTA DEI GIORNALISTI DI DESTRA E QUALCUNO ANCHE DI SINISTRA, LE MANI IN TASCA E GLI UTILI IDIOTI

Egr. Dott. Polito,

La manovra correttiva 2010 di 24,9 mld per il biennio 2011-2012 è stata scaricata sul ceto medio-basso e sui poveri: ha tagliato della metà il numero dei precari della PA ed ha rinviato di 12 mesi l’erogazione della pensione, anche per i 65enni inattivi (a reddito zero), tra cui il sottoscritto per cause di forza maggiore, che così sta subendo un mancato introito quest’anno di 20 mila €! (E Berlusconi ha pure l’improntitudine di dire che non ha mai messo le mani nelle tasche degli Italiani!); e tagliato di ben il 75% la spesa sociale delle Regioni e dei Comuni (disabili, disoccupati, anziani, minorenni a rischio, ragazze-madri, matti, ex drogati, ex carcerati, LSU, ecc.), senza che i tre uomini più ricchi d'Italia (Ferrero, Del Vecchio e Berlusconi) e tutti gli altri ricchi e più abbienti (tranne i farmacisti, in quanto fornitori del SSN), inclusi i direttori e gli editorialisti dei giornali e dei telegiornali, tutti concordi nell’approvarla, stiano pagando un solo centesimo. Idem per quella di un mese fa.

Poi, la manovra correttiva di luglio/agosto 2011, nella prima stesura approvata dal CdM, ha deciso un contributo di solidarietà del 5% sui redditi maggiori di 90 mila € all’anno e del 10% sui redditi maggiori di 150 mila €, che presumibilmente avrebbe colpito anche i direttori (tra cui Sallusti, Belpietro, De Bortoli, Napoletano e Sechi) ed i più importanti editorialisti di giornale (tra cui Feltri, Bechis, Ostellino, Giannino e Cisnetto), severi custodi dei conti pubblici, che hanno sempre entusiasticamente sollecitato ed approvato le precedenti manovre che hanno tutte colpito soprattutto i “poveri”, e che invece ora, guarda caso, sono stati tutti molto critici, in particolare del contributo di solidarietà, poiché, finalmente!, toccava anche a loro pagare. Ed allora, la casta dei direttori, vice direttori ed editorialisti di giornale si sono rifiutati di contribuire ed hanno scatenato una vera e propria canea vergognosa, con in testa i “destri” Belpietro, Sechi, Porro, Bechis, ecc., ai quali noto con dispiacere che si sono volentieri aggregati i “sinistri” Corradino Mineo (Rainews), Stefano Menichini (Europa) e qualche altro.

Ora, la canea degli “Utili idioti” (dei ricchi), ha ripreso il suo obiettivo solito: l’imposta patrimoniale sui grandi patrimoni (oltre una soglia di ricchezza netta di almeno 800 mila €). I nemici dell’imposta patrimoniale, misura indispensabile per l'equità e la crescita, sono sia il 10% di popolazione che detiene il 45% della ricchezza nazionale - il che è normale - sia quel certo numero di “utili idioti” (dei ricchi) ben retribuiti al loro servizio – il che è comprensibile -, sia, purtroppo, la massa di milioni di “utili idioti” che gratuitamente appoggiano la politica economica di destra, dettata dal e nell’interesse del 10% predetto, e che, chissà perché, come scriveva Einstein a Freud, chiedendogli lumi, a proposito della guerra, appoggiano decisioni (o ‘non decisioni’, com’è il caso della patrimoniale) che vanno contro il loro interesse.

Lei, Dott. Polito, dopo il Suo intervento di ieri a “Ballarò” , per me fa parte di diritto degli “Utili idioti”.

Distinti saluti

[1]http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-f3658738-21ed-4ab4-baa5-8b1520bdd7f0.html
 
 

Sfoglia febbraio        aprile
temi della settimana

berlusconi fake news debito pubblico banca d'italia bufale imposta patrimoniale ue pensioni renzi pd bce riforma delle pensioni fornero germania curiosita' sessuali commissione europea sessualità economia governo monti crisi economica bersani



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0