.
Annunci online

Lavoro, formazione e casa

 
disoccupazioneprotezione sociale  di Alessandro Rizzi
La rotta d'Italia
La disoccupazione crea disoccupazione. Intervista a Luciano Gallino
16/02/2013
Quattro milioni di senza lavoro, decine di miliardi di reddito perduto, la crisi che non finisce mai, disoccupazione che crea disoccupazione. Ma altre politiche sono possibili, per il lavoro, la spesa pubblica, il welfare. La rotta d’Italia secondo Luciano Gallino
http://sbilanciamoci.gag.it/Sezioni/italie/La-disoccupazione-crea-disoccupazione.-Intervista-a-Luciano-Gallino-16889
 
Tre osservazioni puntuali:
1. Disoccupati e inattivi. Al 31.12.2012, i disoccupati (che com’è noto non includono i CIG, che sono classificati occupati) sono 2.875.000; gli inattivi 15-64 anni sono 14,5 milioni, di cui 9,3 mln donne. [1]
2. Economia sommersa. “Sulla base del valore aggiunto dell’economia sommersa stimato dall’Istat otteniamo, per gli anni 2000-2011, un valore del sommerso pari in media a 238 miliardi di euro all’anno”. [2] Che fanno ascendere il valore dell’economia sommersa non al 22%, ma al 16% del PIL.
3. Agenzia centrale. Idea giustissima, perché affronta la variabile critica di qualunque riforma: la Pubblica Amministrazione italiana, forse la peggiore del mondo evoluto (solo il 5% trova lavoro con le agenzie), purché però faccia capo ad un Sottosegretario di Stato di alto profilo operativo. Un’analoga proposta fu sommessamente avanzata quasi 3 anni fa da PDnetwork, sulla base delle proposte PD di riforma della legislazione sul lavoro, in particolare, in questo caso, del DdL Ghedini-Passoni-Treu (maggioritario nel PD).  
“- introduzione di un soggetto ad hoc, snello ed autorevole, che dia lavoro e formazione alle persone disoccupate ed inattive in cambio di un salario di cittadinanza, adeguatamente disciplinato; integrando nell'amministrazione, così come viene proposto dal DdL “Ghedini-Passoni-Treu”, artt. 12 e 13, e prospettato dallo studio della Commissione d'indagine sull'esclusione sociale [9], i preesistenti Uffici provinciali del Lavoro ed i servizi sociali degli Ambiti Territoriali, integrati da risorse umane specializzate, nonché l'ISFOL e Italia Lavoro; [3]
 
[1] Occupati e disoccupati (dati provvisori al 31 dicembre 2012)
http://www.istat.it/it/archivio/81203 
[2] "L’economia sommersa e il pareggio di bilancio"
http://sbilanciamoci.info/Sezioni/italie/L-economia-sommersa-e-il-pareggio-di-bilancio-15772
[3] Lettera di PDnetwork alla Segreteria Nazionale ed ai Gruppi parlamentari del PD  http://vincesko.ilcannocchiale.it/2011/02/02/lettera_di_pdnetwork_alla_segr.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2593370.html

 
Post Scriptum:
Noi stiamo vivendo una crisi economica epocale che sarà dura e lunga, una vera guerra economica che richiede interventi sia ordinari che straordinari, appunto da economia di guerra. Tali interventi, per evitare la rivolta sociale e per ragioni di equità dettati dalla nostra Costituzione, devono riguardare la crescita economica ed il welfare. Il reperimento delle risorse deve avvenire non per una sola via, ma attraverso un mix di misure che includano il patrimonio. Con risorse rivenienti necessariamente ANCHE da un’imposta patrimoniale si potrà finanziare: a) la crescita economica e l’occupazione, in particolare femminile e giovanile; b) ammortizzatori sociali universali; e c) provvidenze per la casa (è la casa che fa la differenza tra la sostenibilità economica con un reddito anche minimo e la povertà). Negli ultimi 20 anni, si sono costruiti, a causa del predominio degli immobiliaristi e dei costruttori, 1/10 di alloggi pubblici rispetto agli altri Paesi europei più evoluti; una casa ad affitto sociale (vale a dire 100-150 € al mese) può invece fare la differenza tra una esistenza difficile ma economicamente sostenibile e la povertà; occorre perciò varare un Piano Nazionale Pluriennale di Edilizia Residenziale Pubblica di Qualità (almeno 25.000 alloggi all’anno). I soldi vanno presi dai ricchi, gli unici che ora li hanno.
 
 
***
 
Appendice:
 
UNA CASA DI BUONA QUALITA' AD AFFITTO SOCIALE PER TANTI, GIOVANI E NON
Nome: Vincesko  Data: 04.03.2011
Pannicelli caldi. Occorre invece, dopo aver mandato a casa questo governo retto da incompetenti, agire su 4 direttrici: 1. la prima, emanando una rigorosa legge sul regime dei suoli, basata su tre pilastri: la prevalenza dell'interesse pubblico; la titolarità esclusiva pubblica delle scelte attinenti al governo del territorio; la pianificazione, in coerenza con i benchmark europei; 2. la seconda, realizzando un piano corposo di edilizia residenziale pubblica (sovvenzionata, convenzionata e autocostruita http://www.alisei.org/italia/italia.html ); 3. la terza, attuando un piano di rottamazione edilizia (v. http://www.radicali.it/download/pdf/casa.pdf ); 4. la quarta, ripristinando l’ICI sui ricchi e i più abbienti (terza tranche Berlusconi: 2,5 miliardi circa, cfr. post  http://vincesko.ilcannocchiale.it/2010/11/04/analisi_qualiquantitative_2_ab.html http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2558596.html), che va vincolato alla misura fondamentale di un piano corposo di edilizia residenziale pubblica e popolare. Ipotizzando un costo/appartamento di 100 mila €, si potrebbero costruire 25 mila appartamenti all'anno di buona qualità, cioè più di 10 volte quelli che si costruiscono attualmente in media in un anno.

http://t.contactlab.it/c/1000009/2923/28802112/19710
 
 

Post collegati:
 
La casa è un diritto essenziale
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2012/11/15/la_casa_e_un_diritto_essenzial.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2761640.html
Sei misure da adottare contro la crisi e per la crescita
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2013/01/07/sei_misure_da_adottare_contro.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2767761.html
Gli Italiani sono stupidi o intelligenti rispetto alla propaganda politica?
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2013/02/10/gli_italiani_sono_stupidi_o_in.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771735.html
Post del mio blogsulla PA:
Analisi QQ/10 –Pubblica Amministrazione   (8-12-10)
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2010/12/08/analisi_qualiquantitative_10_p.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2576028.html
Analisi QQ/19 -Spesa pubblica e revisione della spesa in rapporto alla crescita    (3-5-12)
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2012/05/03/analisi_qualiquantitative_19_s.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2737476.html
I figli ‘pubblici’ ed i figliastri ‘privati’   (25-5-12)
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2012/05/25/i_figli_pubblici_ed_i_figliast.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2740663.html
Ancora sulla Pubblica Amministrazione, una delle chiavi di volta dello sviluppo del Paese   (30-5-12)
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2012/05/30/ancora_sulla_pubblica_amminist.html
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2741372.html
  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro casa formazione pa gallino

permalink | inviato da magnagrecia il 17/2/2013 alle 23:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Anche un professore può sbagliare i calcoli

 

Il precipizio economico dell’Agenda Monti
di Luciano Gallino 
Posted by keynesblog on 9 gennaio 2013 in Economia, Italia
http://keynesblog.com/2013/01/09/il-precipizio-economico-dellagenda-monti/
  
Eccepisco, limitandomi all'interno: 1) dal punto di vista algebrico, il pareggio di bilancio nel 2013 vuol dire che vi è incluso un avanzo primario pari all'ammontare degli interessi passivi sul debito, per cui in costanza di avanzo primario (invarianza di spese ed entrate) non ci sarebbe nessun aumento del debito; 2) paradossalmente (ed ovviamente), poiché l'obbligo del pareggio di bilancio è al netto delle misure anti-cicliche, l'aumento del debito, coeteris paribus, si avrebbe soltanto se si adottassero misure anti-cicliche; 3) Bersani ha già dichiarato che chiederà, assieme al presidente Hollande, un'attenuazione del fiscal compact; 4) politicamente, finanziariamente e per equità (finora i ben 330 mld di manovre correttive sono stati addossati in gran parte sul ceto medio-basso e persino sui poveri (col taglio della spesa sociale, per cui i soldi ora li hanno solo i ricchi), si dovranno adottare misure fiscali straordinarie di riduzione celere del debito (come proposto anche da liberisti e conservatori), quali un'imposta patrimoniale ordinaria a bassa aliquota, prevedendo una franchigia di almeno 800 mila € (ipotesi CGIL) ed un prestito forzoso di almeno 150 mld su una platea selezionata; 5) infine, va da sé che una parte dei soldi necessari va presa dalla spending revuew (che vuol dire una riduzione/qualificazione della spesa pubblica): solo la voce "beni e servizi" vale quasi 140 mld e presenta - data l'incidenza del menefreghismo e della corruzione della PA - una potenziale, significativa latitudine di risparmio.
 

Sfoglia gennaio        marzo
temi della settimana

ue banca d'italia governo monti curiosita' sessuali sessualità imposta patrimoniale germania berlusconi pensioni pd debito pubblico sviluppo intellettuale fake news riforma delle pensioni fornero renzi crisi economica bersani commissione europea economia bce



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0