.
Annunci online

Dialogo breve su Monti, Berlusconi, la Rossanda e l’anno perduto

 
BerlusconiMontisinistra di Rossana Rossanda
Promemoria
L'anno perduto tra Berlusconi e Monti
15/12/2012
http://sbilanciamoci.info/Sezioni/alter/L-anno-perduto-tra-Berlusconi-e-Monti-15969

 
Non siamo al punto di un anno fa
Vincesko
Domenica, 16 Dicembre 2012 18:25:22
"Siamo al punto di un anno fa".
Dopo manovre correttive per un ammontare complessivo cumulato di ben 330 mld ed il quasi azzeramento del deficit nel 2013, è semplicemente falso. I problemi non mancano, ma come un anno fa sicuramente non siamo: basti considerare i tassi ai quali ora collochiamo i titoli di Stato, per cui pagheremo interessi inferiori. L'aumento della disoccupazione è solo apparente perché causato soprattutto dal travaso da inattivi, non da un calo degli occupati. Al debito, se c'è fiducia e l'obbligo del pareggio di bilancio (al netto delle misure anti-cicliche), salvo addolcimenti del "fiscal compact" (come Bersani ha detto chiederà, con l'aiuto di Hollande), si può pensare con relativa tranquillità. Certo, la globalizzazione esige i suoi prezzi salati (il pendolo del potere economico,dopo 250 anni di dominio dell'Occidente, è tornato ad oscillare verso Oriente) e richiede perciò serie misure anti-crisi (ecco il "Promemoria delle misure anti-crisi" http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2761788.html ) e l'impegno assiduo di chiunque governerà in Italia e nel resto d'Europa per almeno i prossimi 15 anni, probabile durata dell'attuale crisi, ma come un anno fa certamente non stiamo. 
E' sorprendente che una persona seria ed intelligente come Rossana Rossanda (similmente ad altre di estrema sinistra come lei) possa fare un'affermazione così palesemente falsa? No, se si considera che la scelta politica è conseguenza della struttura psicologica, e quelli di estrema sinistra sono "strutturalmente" inclini al pessimismo, a vedere il bicchiere sempre almeno mezzo vuoto, ad essere perennemente insoddisfatti delle soluzioni e dei risultati.

 
@ vincesko, e altri pensatori dello stesso stampo
Patrick
Lunedì, 17 Dicembre 2012 11:36:44
Guardi che a me sembra addirittura penoso far finta - o essere veramente convinto - di non vedere la realtà.

Persino Paul Krugman fa un suo mea culpa in merito all'acciecamento suo e dei suoi colleghi, ed è ormai convinto - come sembra ovvio a chi presta un minimo d'attenzione ai fatti - che in fondo all'agenda Monti c'è solo il baratro. In questo ha anche ragione: non siamo allo stesso punto di un anno fa, siamo peggio, se non per il decoro.

Ecco Krugman: "I think our eyes have been averted from the capital/labor dimension of inequality, for several reasons. It didn’t seem crucial back in the 1990s, and not enough people (me included!) have looked up to notice that things have changed. It has echoes of old-fashioned Marxism — which shouldn’t be a reason to ignore facts, but too often is. And it has really uncomfortable implications."

Fonte:
http://krugman.blogs.nytimes.com/2012/12/08/rise-of-the-robots/

Gente come Lei - niente di personale - Monti ed altri professori di economia continuano a dare la precedenza alle proprie convinzioni ideologiche - a me non riesce parlare di "scienza economica" in questo contesto - sui fatti. Un mio professore insisteva giustamente, in merito, che una disciplina che non s'interessa ai dati di fatto non puo' chiamarsi scienza. Con le ricette economiche liberiste alla Monti, siamo proprio li'. 

Come la mettiamo che un "Professore" che crede ciecamente nel mercato - e alla bontà della propria politica, quando vede che questi benedetti mercati se ne sbattono delle sue misure recessive, venga poi a dire che i mercati non lo comprendono? Non sarebbe questa la più sonora bocciatura della propria ideologia?

 
Gli intelligentoni, il complesso edipico ed il principio di realtà
Vincesko
Martedì, 01 Gennaio 2013 17:02:45
@Patrick
A leggere “intelligentone” Le sono fischiate le orecchie, dica la verità.
Nulla di personale, ma mi permetta di dirLe che Lei è intelligentone, ma non… molto intelligente. 
La informo che io non sono né professore di economia né montiano, anzi sono anti-montiano e da un anno “bastono” volentieri gli sleali parlamentari “montiani” del PD.
Se dà un’occhiata al mio blog, vedrà che ho scritto i seguenti ‘post’:
“Il governo Monti al capolinea” (27/8/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2751835.html
“Il Prof. Monti e lo statuto dei lavoratori, manovra diversiva, in parte persino inconsapevole” (15/9/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2753968.html
“La macroscopica mistificazione pro-Monti e la slealtà dei democratici ‘montiani’” (2/10/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2756061.html
“Fuoco incrociato, Grilli fucilato” (3/10/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2756283.html   
“Chi è nato tondo non può morire quadrato” (20/11/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2762325.html
"Il Prof. Mario Monti, il millantatore" (4/12/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2764086.html
“Il missionario Mario Monti” (21/12/2012) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2765922.html  

E’ che mi sono limitato semplicemente a fare 2+2 (di cui sono uno specialista, per il resto sono molto ignorante) e constatato che la signora Rossana Rossanda ha detto una sciocchezza. Checché ne dica Krugman (col quale concordo per la cecità dell’Europa, dove risiede in gran parte la soluzione della crisi, e che oso pensare sarà d’accordo con me), dopo manovre correttive per 330 mld di importi cumulati (267,3 mld Governo Berlusconi; 67,2 mld Governo Monti: un rapporto di 4 a 1, quindi, mi spiace dirlo, l’Italia è stata “salvata” molto di più da Berlusconi, in maniera molto iniqua, che da Monti; cfr. *), noi povericristi stiamo peggio di un anno fa, ma i conti pubblici molto meglio, e quindi dovremo fare – si spera - molto meno sacrifici. Ed i soldi per la crescita e gli ammortizzatori sociali universali, se vince il Csx, li si potrà e dovrà chiedere ai ricchi.
* LE CIFRE. Le manovre correttive, dopo la crisi greca, sono state: • 2010, DL 78/2010 di 24,9 mld; • 2011 (a parte la legge di stabilità 2011), due del governo Berlusconi-Tremonti (DL 98/2011 e DL 138/2011, 80+60 mld), (con la scopertura di 15 mld, che Tremonti si riprometteva di coprire, la cosiddetta clausola di salvaguardia, con la delega fiscale, – cosa che ha poi dovuto fare Monti – aumentando l’IVA), e una del governo Monti (DL 201/2011, c.d. decreto salva-Italia), che cifra 32 mld “lordi” (10 sono stati “restituiti” in sussidi e incentivi); • 2012, DL 95/2012 di circa 20 mld. Quindi in totale esse assommano, rispettivamente: - Governo Berlusconi: 25+80+60 = tot. 165 mld; - Governo Monti: 22+20 = tot. 42 mld. Se si considerano gli effetti cumulati da inizio legislatura (fonte: “Il Sole 24 ore”), sono: - Governo Berlusconi-Tremonti 266,3 mld; - Governo Monti 63,2 mld. Totale 329,5 mld. Cioè (ed è un calcolo che sa fare anche un bambino), per i sacrifici imposti agli Italiani e gli effetti recessivi Berlusconi batte Monti 4 a 1. Per l'equità e le variabili extra-tecnico-contabili (immagine e scandali), è anche peggio.
(Cfr. Il lavoro ‘sporco’ del governo Berlusconi-Tremonti http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2747515.html ).

PS: Per concludere, un omaggio personale a Lei ed agli altri intelligentoni, una vera iattura per l'Italia:
“Differenza tra ‘destri’ e ‘sinistri’” http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2585732.html
[...] Il comunista massimalista è invece – per definizione – un “ottuso” (=intelligentone), a-logico, a-pragmatico, “benaltrista”, obnubilato dall’ideologia e, non avendo risolto il complesso edipico, se ne lascia dominare e non gli va mai bene nessuna soluzione e perde tempo ad "ammazzare" tutti i giorni il proprio padre. [...]
 
 

Ribaltamento delle priorità per volere di un miliardario

 
Per volere di un miliardario incompetente, spregiudicato e bulimico, che per colpa di 7,3 milioni di Italiani che gli danno ancora il consenso co-determina le scelte politiche, c'è un ribaltamento della strategia economica e della correlata politica fiscale. Il prof. Garibaldi diceva stamattina a Radio3 [1] che non ci sono le risorse: evidentemente si riferiva a quelle pubbliche. Perché quelle private invece ci sono, come attestano le statistiche della Banca d'Italia: soltanto i depositi bancari e postali assommano ad oltre 1.000 mld, mentre la ricchezza netta complessiva ascende a 8.600 mld, concentrata per quasi la metà nel 10% delle famiglie. [2] Ne discende– ed anche un bambino sarebbe d’accordo - che è da queste che bisogna trarre le risorse per finanziare la crescita e gli indispensabili ammortizzatori sociali anti-crisi. Ed invece i media (inclusa purtroppo Radio3) diffondono il volere del predetto miliardario e fanno discutere da mesi di abolizione dell’IMU sulla prima casa, un gravame pro capite (nel 90% dei casi)  relativamente modesto [3], togliendo risorse pubbliche anziché accrescerle e prenderle ovviamente da quelli che, dopo 329,5 mld di manovre finanziarie addossate in gran parte sul ceto medio-basso, [4] sono i soli che ora le hanno: il 10% delle famiglie predetto, inclusi i miliardari.
 
[1] http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-f0e51e4a-05e3-44ee-848d-0e28e4f5e226.html
[2] Banca d’Italia, “La ricchezza delle famiglie italiane”, 2012
http://www.bancaditalia.it/statistiche/stat_mon_cred_fin/banc_fin/ricfamit/2012/suppl_65_12.pdf
[3] I dati consuntivi del MEF confermano il piagnisteo per l’IMU
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2013/02/14/i_dati_consuntivi_del_mef_conf.html
[4] Il lavoro sporco del governo Berlusconi-Tremonti
Riepilogo [delle manovre correttive, valori cumulati da inizio legislatura]:
- governo Berlusconi-Tremonti 266,3 mld;
- governo Monti 63,2 mld;
Totale   329,5 mld.
http://vincesko.ilcannocchiale.it/2012/07/17/il_lavoro_sporco_del_governo_b.html 
 

Aggiornamento:
 
L'Ocse: "Il taglio dell'Imu non è prioritario".
Tagliate le stime sull'Italia, alert sul deficit
(02 maggio 2013)
http://www.repubblica.it/economia/2013/05/02/news/l_ocse_il_taglio_dell_imu_non_prioritario_tagliate_le_stime_sull_italia_alert_sul_deficit-57897534/

Visco: « Effetti devastanti se il governo alza l'Iva»
Di Bianca Di Giovanni
15 giugno 2013
La guerra delle tasse per il governo Letta è più destabilizzante di qualsiasi strappo che sia di Renzi o di Berlusconi. La “spina” dell’esecutivo è collegata a Iva e Imu. “Il fatto è che si parte da un vizio originale – spiega l’ex ministro Vincenzo Visco – Cioè aver accettato di discutere di Imu sulla prima casa. Oggi è davvero senza senso toglierla. Tanto più che il prelievo sugli immobili può essere riformato in modo più equo, come ho più volte spiegato in interventi sulla stampa”. L’esponente Pd non è affatto tenero con il governo,“reo” di rincorrere una propaganda insensata. E non solo. Visco denuncia anche una discutibile continuità dell’attuale esecutivo con quelli precedenti rispetto alla lotta all’evasione. […]
Sull’Imu invece…
«In questo caso è senza senso togliere la tassa sulle prime case, perché si concede un beneficio ai ceti più affluenti senza alcun vantaggio per l’economia. Non pagare l’Imu non fa ripartire il Paese, mentre far aumentare l’Iva ha un effetto recessivo. […]
Tagliare l’Irpef equivarrebbe ad abbassare il cuneo, come chiede Confindustria.
«Sì, ma loro vogliono l’Irap. Invece per me bisogna tagliare l’Irpef. Le risorse si potrebbero reperire sia dall’evasione o da una tassa sulle grandi fortune».
http://www.unita.it/economia/visco-sulle-tasse-il-governo-sbaglia-letta-iva-imu-irpef-italia-politica-alfano-1.506004 

Lo stop dell'Fmi alla cancellazione dell'Imu sulla prima casa. Letta: confermo superamento attuale regime
5 luglio 2013
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-07-04/lfmi-litalia-ripresa-economica-164743.shtml


Post e Articoli collegati:

12 (e più) motivi contro l’abolizione dell’IMU sulla prima casa, nessuno a favore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781756.html   
 
Il vero padrone è il Cavaliere
di Barbara Spinelli
[…] Così torniamo al governo necessario di Letta. Se le dispute e le tensioni vengono tacitate, sarà difficile sperimentare nuove vie, istituzionali e anche economiche. Cosa dice il ministro Saccomanni dell'errore Excel e della deduzione di Krugman ("Ciò che il più ricco 1 per cento della popolazione desidera, diventa ciò che la scienza economica ci dice che dobbiamo fare")? Se l'agenda Monti non è rimessa in questione, se non si mobilitano conoscenze alternative, come superare la crisi? Se non credo nell'evidenza dei fatti scoperchiata dagli economisti dissidenti - si domanda alla fine Krugman - "Cosa sto facendo della mia vita"?    
http://www.repubblica.it/politica/2013/05/01/news/berlusconi_vero_padrone-57815770/

Le 10 regole per il controllo sociale (Noam Chomsky)
http://www.informarexresistere.fr/2012/05/22/le-10-regole-per-il-controllo-sociale-noam-chomsky/#axzz2Rq8m1g5U
 
***
Paradisi fiscali, i furbi godono
di Vittorio Malagutti
Quelli che non pagano le tasse nascondendo i soldi nelle banche offshore ringraziano: dopo Berlusconi, neppure Monti ha fatto nulla per stanarli. E Letta non sembra averne la minima intenzione
Esclusivo Ecco i nababbi coi conti alle Antille 
Ruffolo Una vergogna che nessuno vuole affrontare 
Inchiesta Così esportano i capitali  


Sfoglia giugno        agosto
temi della settimana

ue bersani crisi economica pensioni berlusconi fake news germania pd banca d'italia sviluppo intellettuale imposta patrimoniale curiosita' sessuali renzi governo monti bce sessualità commissione europea riforma delle pensioni fornero italia economia



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0