.
Annunci online

Polonia, due giorni in un Paese (di quasi 40 milioni) di ‘cazzi loro’


Lo scorso aprile, in viaggio alla volta dell’Ucraina (dell’Ovest), assieme a mia moglie, ucraina, sono passato (per la prima volta) dalla Polonia, dove ho trascorso due giorni nella bella Cracovia, affollata di anglofoni e Polacchi poco gentili e “cazzi loro”, espressione gergale non molto forbita, ma che – icasticamente - mi pare descriva bene il loro carattere prevalente.


*


Abbiamo affittato un appartamento tramite Airbnb. Siamo arrivati a Cracovia prima con un volo Wizz Air Napoli-Katovice e poi con un piccolo bus della stessa compagnia aerea da Katovice a Cracovia.

All’indirizzo del palazzo, abbiamo avuto qualche problema all'inizio per reperire M., la proprietaria dell'appartamento, al citofono, poiché all'1a non rispondeva nessuno e non rammentavamo che sulla email ricevuta era indicato di bussare al n. 6, la cui targhetta non riportava alcun nome; problema poi risolto facilmente chiamando telefonicamente M., che è scesa nel giro di un minuto, accogliendoci gentilmente e fornendoci una cartina della città e le informazioni essenziali. Poi non l’abbiamo più rivista, neppure alla nostra partenza; quando, prima di lasciare la casa al termine dei due giorni, l’abbiamo chiamata, ci ha detto di lasciare dentro le chiavi e di tirarci dietro la porta.

L'appartamento era situato in un'ottima posizione: al piano rialzato del palazzo, quindi salendo pochissimi scalini, e con affaccio all'interno del cortile, perciò molto silenzioso; a pochi minuti a piedi - una ventina - dal bello e interessante Stare Miasto (Centro storico) e a 4 fermate di tram (nn. 4 e 14) dalla stazione ferroviaria. L'appartamento, formato da un unico locale più il bagno con doccia, tutto ristrutturato, era fornito di tutte le comodità e adatto a due persone.

A poche decine di metri, ci sono dei ristoranti, tra cui il Bococa Bistro (uscendo dal palazzo andare a destra, poi nella vicina piazza svoltare a sinistra, mantenendosi sul lato sinistro), suggeritoci da M. La quale, però, ci aveva detto, una volta arrivati nella piazza, di svoltare a destra, cosa che ci ha confermato quando, dopo una mezz’ora di vano girovagare, le abbiamo telefonato. Dopo vari giri per un’ora e più e chiedendo ai passanti - in maggioranza anglofoni e alcuni polacchi che si fermavano malvolentieri, forse anche perché tirava un vento freddino, ma nessuno di loro lo conosceva (anche se era poco distante), e chi faceva mostra di conoscerlo ci dava indicazioni errate -, non siamo riusciti a trovarlo.

Ed allora abbiamo cenato in un bar che si trova appunto svoltando nella piazza a destra, dopo il dancing, gustando una buona cena (tranne il costoso vino rosso sudafricano) preparata dalla cuoca Mariya, una sorridente e gentile giovane studentessa ucraina, che frequentava l’università locale. Al Bococa, dove siamo andati sia la mattina - accolti in maniera scortese dalla cameriera di turno al banco-bar -, che la sera, si può bere un ottimo cappuccino, pranzare e cenare (qualità - ad esser buoni - appena discreta, incluso il vino rosso spagnolo; ottima invece la birra migliore che hanno). Bisogna però fare attenzione all'orario, poiché il locale è aperto fino alle 22 e si può rischiare, come è successo a me, di vedersi servito alle 21.30, da un’altra cameriera di turno la sera, il secondo assieme al primo (!!). Che per un italiano è un obbrobrio, ma - poi ho visto - in Ucraina è addirittura un’usanza generale.

Anche i negozianti, in prevalenza, non erano molto gentili. Inclusa l’impiegata dell’Ufficio postale situato nei pressi della stazione, dove ci siamo recati l’indomani mattina per ritirare i biglietti acquistati on-line del vagone letto sul treno - rumoroso - Cracovia-Leopoli.

Il soggiorno a Cracovia, favorito da uno splendido clima sia il sabato 2 che la domenica 3 aprile, è stato molto gradevole, tranne per la davvero scarsa "disponibilità" - diciamo così - palesata dai Polacchi; o l'errore - voluto? - di servire un piatto diverso da quello ordinato: ci è successo ben 2 volte su 4, la prima al Bococa e la seconda all'Oroscope - qualità scarsa -, nei pressi del castello, dove a mia moglie hanno servito una cotoletta alla milanese e non la carne ordinata, per giunta fritta in un olio strausato.

Aprile 2016

PS: Da una quindicina d’anni, conosco un’amica polacca: non fa eccezione…


*



Ora valgono le regole del Trattato di Dublino; l'Italia ha chiesto di cambiarle; la Commissione europea ha - di fatto - in parte accolto la richiesta dell'Italia decidendo la distribuzione pro quota degli immigrati, in proporzione alla popolazione; la Polonia, assieme all'Ungheria, alla Repubblica ceca e alla Slovacchia (con i quali forma il cosiddetto Gruppo di Visegradrifiuta di prendersi una quota degli immigrati che arrivano in Italia (e in Grecia), però i soldi, pagati in parte anche dall'Italia, la Polonia se li prende (sono oltre 5 mld l'anno); in una Unione (o confederazione o famiglia o associazione), non è lecito prendere i benefici e rifiutare i costi, se rifiuti gli oneri devi rinunciare anche ai proventi.


Come risulta dalla tabella seguente relativa ai Fondi UE, la Polonia è il primo percettore netto nel dare-avere con l'UE. Più che dell'Ungheria (10 milioni di abitanti, che comunque va richiamata all'ordine democratico europeo), io mi preoccuperei un po' di più dell'egoismo della Polonia, quasi 40 mln di abitanti.

Bisogna dire, però, che i soldi dell'Ue i Polacchi li sanno spendere bene.


Tabella - Il dare-avere con l'Unione Europea (anni 2000-2014)

Valori in milioni di euro

Paese ...............VERSAM. ACCREDITI 2000-2014 MEDIA ANNUA

Contribuenti netti

Germania …....... 336.022 .....172.703 .....+163.319 .....+10.888

Regno Unito ….. 186.523 .... 102.611 ....... +83.912 ...... +5.594

Francia ...............265.824 .... 192.784 ........+73.040 .......+4.869

Paesi Bassi ….......91.791 ...... 29.425 ........+62.366 .......+4.158

Italia ..................210.577 …. 151.624 ........+58.954 ......+3.930

Belgio ..................64.257 ........30.274 ........+33.983 ......+2.266

Svezia ..................45.743 ........22.054 ........+23.689 ......+1.579

Danimarca ...........32.793 ........21.601 ........+11.191 .........+746

Austria .................35.301 ........25.025 ........+10.275 .........+685

Finlandia ..............24.146 ........19.048 .........+5.099 ..........+340

Lussemburgo .........3.719 ..........2.678 ..........+1.041 ...........+69

Percettori netti

Cipro ......................1.833 ..........2.009 ..............-176 ............-12

Croazia ......................666 .............856 ..............-190 ............-13

Malta .........................669 ..........1.376 ..............-707 ............-47

Slovenia .................3.885 ..........7.129 ...........-3.244 ..........-216

Estonia ...................1.657 ..........6.229 ...........-4.572 ..........-305

Lettonia ..................2.089 ..........8.256 ...........-6.167 ..........-411

Slovacchia ..............6.348 ........15.125 ...........-8.778 ..........-585

Bulgaria ..................3.116 ........12.231 ...........-9.115 ..........-608

Irlanda ..................20.739 ........32.130 .........-11.390 ..........-759

Lituania ..................3.158 ........15.190 .........-12.032 ..........-802

Rep. Ceca .............14.303 ........31.079 .........-16.775 .......-1.118

Romania ...............10.302 ........29.829 .........-19.527 .......-1.302

Ungheria ................9.622 ........38.070 .........-28.448 .......-1.897

Portogallo .............22.543 ........65.078 ........-42.535 .......-2.836

Spagna ................139.050 ......201.358 ........-62.309 .......-4.154

Grecia ...................28.376 .........93.905 ........-65.529 ......-4.369

Polonia .................34.544 .......113.816 ........-79.273 .......-5.285

link non più attivo, per le tabelle allegate cliccare qui sotto:



Link e articoli collegati:


EU expenditure and revenue 2014-2020


Come la Polonia è diventata ricca

21/01/2014

Vent’anni fa il reddito pro capite polacco era un quarto di quello tedesco, oggi è la metà. I segreti del successo: privatizzazioni, cambio flessibile e apertura al mondo. I problemi: bassa occupazione, inefficienza amministrativa e scarsi fondi alla ricerca.


Alla Polonia bastano i migranti ucraini
20.01.2016

Nonostante le affermazioni di Beata Szydlo, secondo i dati dell'Ufficio stranieri polacco, su 930 mila visti polacchi consegnati a cittadini ucraini nel 2015 (100 mila in più rispetto al 2014), solo due hanno ricevuto lo status di rifugiati.


“Profughi ucraini”: così la Polonia ha fatto arrabbiare l’Ucraina

Posted in Polonia by matteocazzulani on January 22, 2016

Durante il dibattito sulla questione polacca, la Premier Beata Szydlo parla di “un milione di ucraini” riparati a Varsavia. Pronta la reazione dell’Ambasciatore ucraino, Andriy Deshchytsya, che ha sottolineato come gli ucraini in Polonia siano migranti che non percepiscono alcun sussidio sociale.


Ho fatto fare una ricerca in ucraino da mia moglie: in Polonia, solo 2 profughi su un milione (fonte: ZN-UA).

Da quest'altra fonte, in totale, i rifugiati ucraini richiedenti asilo in Europa sono quasi 20.000, in Italia il doppio che in Polonia.

Da migranti a rifugiati, lo strano caso degli ucraini in Italia

6 aprile 2016 - S. KALANTARYAN, S. MARCHETTI E F. A. VIANELLO

Il nostro, dopo la Germania, è il secondo paese per richiedenti asilo ucraini. Le cause? La guerra ma non solo. Il 50% sono donne. Che possibilità ci sono che ottengano la protezione? E quali sono le differenze di genere nel riconoscimento della protezione internazionale?

http://openmigration.org/analisi/le-ucraine-in-italia-da-migranti-a-rifugiate/  

 
 
**********
 
http://vincesko.blogspot.com/2016/09/polonia-due-giorni-in-un-paese-di-quasi.html 
 
 





La guerra in Ucraina

 
Nel caso della guerra in Ucraina,[1] tra me e la mia compagna ucraina Nadia c’è qualche differenza di valutazione. Io la penso come Prodi. Gli occidentali hanno sbagliato e mancato alla parola data ai Russi sulla non adesione dell’Ucraina all’Europa e meno ancora alla Nato. Nadia, invece, che è di Leopoli (parte occidentale), è molto più severa nei riguardi dei Russi e degli Ucraini russofoni del Donbass.[2] E ne condanna senza appello il tentativo di frantumare l'unità nazionale. Prima con l'annessione manu militari della penisola di Crimea da parte della Russia, poi con l'insurrezione separatista nel Sud-Est. 

Siamo d’accordo, invece, sul fatto che i Russi, per ragioni storiche e culturali, considerano l’Ucraina parte della loro zona d’influenza. Ma con una certa sua ritrosia, poiché nel '900 milioni di Ucraini sono stati fatti fuori dai fratelli russi. L’URSS – che è durata appena 70 anni - è una continuazione del millenario impero russo, non proprio un esempio di regime liberale. A prescindere dalla loro nazionalità, gli Ucraini sanno che i capi che ordinarono lo sterminio - in primis Stalin - stavano a Mosca. Poi, certo, come si dice nessuno può scagliare la prima pietra, ma che i Russi abbiano considerato e ancora considerino gli Ucraini dall’alto in basso, servi e, quando occorre, carne da macello è un fatto incontestabile. Come sanno coloro che sono stati in Arabia Saudita, un po' come gli Yemeniti per i Sauditi.

In generale, gli Ucraini, soprattutto quelli dell’Ovest, dicono che ai Russi piace lavorare poco (e comandare molto), bastando loro una patata, un cetriolo e la vodka. E divertirsi, cantando e ballando.

In questa situazione drammatica, impazza la propaganda. Va bene che Goebbels ha fatto scuola, anzi ha avuto degli ottimi antesignani nelle file comuniste, ma è davvero bizzarro, come fanno molti comunisti nostalgici, imitando Putin, definire golpe una rivolta di popolo a mani (quasi) nude, per mesi in piazza all’addiaccio (Maidan, appunto, vuol dire piazza), bastonata un giorno sì e l’altro pure e nell’ultimo periodo sotto il tiro dei cecchini, contro una cricca cleptocratica al potere che si stava mangiando la poca ricchezza del Paese e che, di fronte a quelle mani (quasi) nude, se n’è scappata vergognosamente a gambe levate.

O davvero ridicolo qualificare il governo legittimo ucraino con l’epiteto di fascista, quando il fascista semmai sta a Mosca.

Secondo loro, il governo sarebbe fascista persino perché ha introdotto la leva obbligatoria e minaccia il carcere ai renitenti.

A Natale, in Piazza del Gesù a Napoli, ho avuto l’ennesima conferma della propaganda strampalata e strabica di estrema sinistra, discutendo con alcuni compagni[3] di un partito di estrema sinistra, che hanno organizzato assieme ad un gruppo di donne ucraine filorusse una manifestazione contro il governo “fascista” di Kiev - e chissà perché anche contro la BCE (!) -, perché aveva annullato... le pensioni nel Donbass.

Mi è facile osservare: 1. La leva obbligatoria, dove è applicata, è una delle prerogative dello Stato, di TUTTI gli Stati, inclusa la Russia[4]. 2. Ai renitenti alla leva, di norma (anche in Italia, quando c’era), viene applicato il carcere (militare). 3. In Ucraina la coscrizione obbligatoria è appena stata reintrodotta a seguito della guerra nel Sud-Est e, per carenza di uomini (ne sono emigrati milioni nel mondo), mi diceva Nadia, va addirittura da 18 a 60 anni. 4. L'Ucraina ha una storia nell'ultimo millennio molto travagliata, come Stato indipendente è molto giovane (1991), è normale che, come successe allo Stato italiano dopo la sua nascita,[5] ci sia una forte renitenza alla leva. 5. Anche Putin (che sta rifornendo di “volontari” e mezzi, anche sofisticati che richiedono specialisti, i filorussi) mette in galera i renitenti alla leva, anche Russi naturalizzati[4], anzi lui lo fa anche con i renitenti in generale al suo potere parafascista.

[1] http://it.wikipedia.org/wiki/Ucraina

[2] http://it.wikipedia.org/wiki/Bacino_del_Donec

http://it.wikipedia.org/wiki/Milizia_popolare_di_Donbass

http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_dell'Ucraina_orientale_del_2014

[3] Differenza tra ‘destri’ e ‘sinistri’  http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2585732.html

[4]Da adesso in poi tutti coloro che hanno ottenuto la cittadinanza russa devono agire conformemente al nostro quadro giuridico. Per questo motivo il progetto di legge è coerente -, afferma l'esperto di questioni militari Aleksander Kanchin. - I russi che ricevono un permesso di soggiorno in Israele ripartono da zero, e si sottopongono in tutto e per tutto alle leggi locali. Tutte le loro esperienze pregresse restano qui. Altrettanto deve valere per gli stranieri che vengono a vivere qui da noi. Poco importa se hanno già fatto il servizio militare: sono tenuti a rispettare il sacro obbligo a difendere la Russia”.
Se un cittadino ha meno di 27 anni, non c’è niente di terribile nel servire sotto le armi dopo aver ottenuto la cittadinanza russa, in quanto come persona accetta tutti gli obblighi relativi”, afferma il direttore del centro di preparazione militare Anatolij Tsyganok.
http://it.rbth.com/politica/2013/03/12/leva_cosa_cambia_per_chi_ottiene_la_cittadinanza_22875.html

[5] http://it.wikipedia.org/wiki/Servizio_militare_di_leva_in_Italia

 

 
Appendice
 
http://0.gravatar.com/avatar/3fe95ef646f91b256949fdf85c5c7bad?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
aquila5 22 gennaio 2015 alle 20:23
Dopo che il Dio della Pace ha pronunciato il Divino, affermando che l'economia è fuori dal tunnel della recessione,è in forte ripresa grazie alla compatta Coalizione tra i padroni del mondo e suddita UE, mentre la Russia è in Declino perché è stata isolata e sanzionata,perciò solo se si sottomette potrà sperare di essere aiutata;l'Ucraina forte del sostenimento della nato sferra il colpo mortale alla moribonda Russia.Perciò visto che tutto è compiuto,i politici nostrani possono smetterla di recitare eleggere subito il loro Presidente garante e concentrarsi sull'Expo per ricevere tutti i capi di Stato che verranno nella Capitale del buon governo per fare affari.Dopo chi se ne frega se il popoli crepano nella disperazione e se vengono uccise donne-bambini-civili,tanto sono solo filorussi,mussulmani e poveri diavoli.Colpita fermata d'autobus a Donetsk: almeno 13 morti.Perché i politici devono continuare a recitare i ripetitivi e ridicoli teatrini,quando tutto è compiuto e anche i più creduloni hanno capito che fanno solo finta di bisticciare per rimanere incollati agli scranni a godersi la bella vita?Preso atto del loro trionfo dovrebbero festeggiare con Champagne,far ripartire alla grande l'economia con l'Expo e smetterla di recitare.O..!Sudditi popoli Colonie UE,Udite,Udite,le parole del Dio della Pace che rafforzano le Marionette con le grandi ammucchiate che li sostengono a governare le Colonia Italia-UE dei Padroni del mondo "America,Inghilterra,Israele,Vaticano":Stiamo dimostrando l'influenza del potere e della diplomazia americana.Esiste solo la solidarietà istituzionale pilota di propaganda per far leva sul pietismo/vittimismo facendo leva sul terrorismo per giustificare le guerre mascherate in Missioni di pace.Queste notizie sembrano la scoperta dell'acqua calda,però conferma la sudditanza della Colonia Italia,dove i politici sono marionette usate usate a fare spettacolo per sostenere governi imposti.Dov'è finito l'orgoglio dei Comunisti idealisti veri che non reagiscono nei confronti dei Comunisti venduti ai padroni del mondo?Se i comunisti veri non avessero seguito i Comunisti venduti,adesso avremo un mondo migliore,non incancrenito dalla Malapolitica e dal terrorismo integralista.Guarda caso,vengono strumentalizzati fatti creati a doc per pubblicità,facendo leva sul pietismo,poi lo Stato non interviene in aiuto a semplici italiani che trovandosi all'estero finiscono all'ospedale,peggio sfruttano le tragedie provocate dal Terrorismo integralista e la Malapolitica per farsi vedere belli usando la Protezione Civile per sfruttare la situazione per coprire la Malapolitica,elargendo finanziamenti ai soliti del sistema. Provate a sentirvi male e finire in un Ospedale Africano,poi chiedete aiuto all'Ambasciata,capirete che allo Stato non glie ne frega niente di voi.Tutto pianificato dai Grandi Maestri per impaurire i pecoroni e imporli a sostenere politici cinici senza scrupoli.
 
http://0.gravatar.com/avatar/12a4443da31088320ef8a3947a01b343?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
magnagrecia7 22 gennaio 2015 alle 20:51
@aquila5 (22 gennaio 2015 alle 20:23)
Citazione: "l'Ucraina forte del sostenimento della nato sferra il colpo mortale alla moribonda Russia".
Hai una fervida immaginazione un po' paranoica. Scusa, dove lo vedi questo colpo mortale alla moribonda Russia da parte della povera Ucraina, che oggi ha lasciato l'aeroporto di Donesk, in attuazione dell'accordo proposto da Putin e subito accettato dal governo ucraino? Io sono un libertario e non censuro mai i (pochissimi) commenti nel mio blog, anche sono offensivi, però che palle questi tuoi commenti ripetitivi!
Vincesko
 
http://0.gravatar.com/avatar/3fe95ef646f91b256949fdf85c5c7bad?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
aquila5 23 gennaio 2015 alle 10:35
@magnagrecia7.
Sarò paranoico,però se il mondo è incancrenito dalla Malapolitica e dall'odio di razza e di credo,la colpa è solo dei Grandi Maestri Burattinai e delle lor o Marionette politiche italiana,perché senza di loro non avrebbero potuto realizzare la Globalizzazione tramite le guerre mascherate in missioni di pace.Proprio per questo motivo i politici italiani sono i più strapagati del mondo,quelli che rubano di più,i più corrotti ed i più cinici e crudeli.Lo sapete che i politici che hanno tagliato la Sanità a casaccio per non intaccare il sistema spartitivo hanno una loro sanità privata pagata da Montecitorio?I 630 Discepoli onorevoli e loro famigliari hanno assistenza sanitaria privata pagata da Montecitorio e quest'anno,hanno speso 10milioni117milaEuro,cioè 6milaEuro a testa,mentre la maggior parte del popolo non ha il denaro da pagare il Ticket per poter fare le visite e comprare le medicine.Come non bastasse,si divertono a recitare i soliti teatrini,giocando a fare i prestigiatori e a far leva sul terrorismo integralista,cresciuto per il loro cinismo di esportare la democrazia con le guerre mascherate in missioni di pace.Se non avessero fatto la guerra contro la Serbia,L'Iraq,Libia,Ecc. distruggendo intere Nazioni,seminando anarchia,morte,sofferenza,odio,soprattutto non avessero usatole Ex Repubbliche URSS come teste d'Ariete contro la Russia,non sarebbero mai avvenute le carneficine in Ossezia e in Ucraina.Quello che fa rivoltare lo stomaco è: hanno il coraggio di farsi vedere che vanno a Messa per poi fare tutto al contrario degli insegnamenti di Cristo.Se avessero una briciola di Dignità,non reciterebbero la farsa per eleggere il loro Presidente e non avrebbero preparato il Teatrino della BCE,la quale non fa altro di ridare soldi alla Banca centrale per ricompare il debito di stato fatto comprare prima alle Banche per far leva sullo Spread per mantenere in piedi governi imposti.I Big della finta sinistra recitano i Grandi spettacoli per coprire gli intrighi degli affari di famiglia credendo di far credere che esiste un contradditorio.Soliti Editti/Proclama calma pecore credulone per coprire la Malapolitica e la cancrena mondiale da loro alimentata, fregandosene se aumenta il debito pubblico + 24%,peggio,per non intaccare il sistema spartitivo Istituzionalizzato aumentano le tasse.
 
http://0.gravatar.com/avatar/12a4443da31088320ef8a3947a01b343?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
magnagrecia7 23 gennaio 2015 alle 18:28
@aquila5 (23 gennaio 2015 alle 10:35)
Anziché replicare sull’Ucraina, che addirittura sferrerebbe il colpo mortale alla moribonda Russia (mi sa tanto di favola del lupo e dell’agnello), ripeti le tue solite lamentazioni. Coazione a ripetere?
Sono sicuro che, se ti impegni molto, puoi raccontare in giro (visto che queste tue geremiadi le spargi instancabilmente in tutti i blog) cose migliori.
Il lupo e l'agnello (Lupus et agnus)
di Fedro
Un lupo e un agnello, spinti dalla sete, si ritrovarono a bere nello stesso ruscello. Il lupo era più a monte, mentre l'agnello beveva a una certa distanza, verso valle. La fame però spinse il lupo ad attaccar briga e allora disse: "Perché osi intorbidarmi l'acqua?"
L'agnello tremando rispose: "Come posso fare questo se l'acqua scorre da te a me?"
"E' vero, ma tu sei mesi fa mi hai insultato con brutte parole".
"Impossibile, sei mesi fa non ero ancora nato".
"Allora" riprese il lupo "fu certamente tuo padre a rivolgermi tutte quelle villanie". Quindi saltò addosso all'agnello e se lo mangiò.
Questo racconto è rivolto a tutti coloro che opprimono i giusti nascondendosi dietro falsi pretesti.
http://www.letturegiovani.it/Fedro/LupoAgnello.htm
Vincesko
 
http://0.gravatar.com/avatar/12a4443da31088320ef8a3947a01b343?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
magnagrecia7 23 gennaio 2015 alle 18:40
PS:
Lamentazione
http://www.treccani.it/vocabolario/lamentazione/
 
 
Post e articoli correlati:
 
Ucraina, indipendenza dall’Orso russo
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2814372.html

Quella volta che le mucche fermarono il tiro degli obici
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2748524.html
 
Ideologi del Cremlino #2 – Aleksandr Dugin
massimiliano dipasquale
Eastern Europe Post
https://massimilianodipasquale.wordpress.com/2014/07/04/ideologi-del-cremlino-2-aleksandr-dugin/
 
Grecia e rublo, il fragile equilibrio
Marcello De Cecco
02 febbrario 2015
http://www.repubblica.it/economia/affari-e-finanza/2015/02/02/news/grecia_e_rublo_il_fragile_equilibrio-106503797/
 
Ucraina: Merkel e Hollande in missione a sorpresa a Kiev e Mosca con una nuova proposta
05 febbraio 2015 12:22
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2015/02/04/ucraina-colpito-edificio-residenziale-a-donetsk-morti_ec3e8a1c-fc33-459e-a7e8-f3ae7575a454.html  

Ucraina e Grecia: la violazione "internazionalista" del principio di non ingerenza e la religione guerrafondaia del Free-Trade
Venerdì 20 Febbraio 2015
http://www.sinistrainrete.info/estero/4725-quarantotto-ucraina-e-grecia-la-violazione-qinternazionalistaq-del-principio-di-non-ingerenza-e-la-religione-guerrafondaia-del-free-trade.html

Ucraina: storia di un cappio al collo
di Alexik
Venerdì 20 Marzo 2015
http://www.sinistrainrete.info/estero/4870-alexik-ucraina-storia-di-un-cappio-al-collo.html 

La crisi ucraina non è quello che sembra
REDAZIONE 3 APRILE 2015
http://znetitaly.altervista.org/art/17240


Ucraina, stampa russa: 2000 soldati Mosca morti in conflitto. Scontri nel Donbass: 7 vittime
La notizia è stata 'involontariamente' rivelata dal sito Delovaia Zhiznche parla di indennizzi versati alle famiglie delle vittime. Il Cremlino ha sempre negato la presenza di soldati russi nell'est del Paese. Raggiunto un accordo con i creditori per la ristrutturazione del debito di Kiev
27 agosto 2015
http://www.repubblica.it/esteri/2015/08/27/news/ucraina_giornale_rivela_2mila_soldati_russi_morti_nel_conflitto_nel_donbass_si_combatte_7_morti_nelle_ultime_24_ore-121715116/




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ucraina donbass guerra ucraina

permalink | inviato da magnagrecia il 5/2/2015 alle 22:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Ucraina, indipendenza dall’Orso russo

 

Europa, Russia, Ucraina di Rossana Rossanda
Ucraina, genesi di un conflitto
29/06/2014
Stampa e Tv disegnano il quadro di un’Ucraina povera ma democratica che si dibatterebbe nelle grinfie dell’orso russo che, dopo avere strappato la penisola di Crimea, se la vorrebbe mangiare tutta. Ma la storia dei rapporti tra Russia e Ucraina è tutt’altro che lineare. E l’Europa sembra avere dimenticato storia, geografia e politica
http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/globi/Ucraina-genesi-di-un-conflitto-25258
 

Citazione:

“La decisione di votare in un referendum all’est contro Kiev è stata presa non da Putin, messo in imbarazzo, ma dalla popolazione dell’est che ha votato in questo senso al 98%”. 

Nota stonata di un articolo abbastanza obiettivo e aderente alla realtà, visto che il 98% del referendum (illegittimo e svoltosi in condizioni irregolari e senza supervisori) è sovrastimato (qui il dato “ufficiale” è diverso  http://www.eastjournal.net/ucraina-il-referendum-nellest-del-paese-in-attesa-di-risposte-da-kiev/42468 ) ed è calcolato sui votanti non sugli elettori, similmente al risultato delle elezioni europee, sopravvalutato secondo Rossana Rossanda a causa dell’astensionismo (v. il suo articolo precedente  http://www.sbilanciamoci.info/Sezioni/italie/I-patti-clandestini-del-governo-Renzi-25164 ).

Questa analisi, poi, espunge completamente due considerazioni: la prima, che cosa ne pensa la maggioranza del popolo ucraino della mentalità imperialista della Russia (la mia fonte è la mia compagna, ucraina di Leopoli); e la seconda, su Repubblica è apparso poco tempo fa, relativamente al caso Ucraina, questo video che in 3 minuti e mezzo illustra i cambiamenti succedutisi in Europa negli ultimi 1.000 anni  http://video.repubblica.it/dossier/rivolta-ucraina-2013/mille-anni-di-europa-in-3-minuti-e-mezzo/159439/157932 , dal quale si ricava plasticamente che l’Ucraina (un po’ come l’Italia) ne ha fatto sempre le spese; perché meravigliarsi se ora, in maggioranza, aspira all’unità e all’indipendenza, soprattutto dall’Orso russo, ponendosi in un campo – quello occidentale - che oggettivamente la garantisce di più?

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. russia ue ucraina

permalink | inviato da magnagrecia il 2/7/2014 alle 10:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia agosto        ottobre
temi della settimana

berlusconi fake news debito pubblico banca d'italia bufale imposta patrimoniale ue pensioni renzi pd bce riforma delle pensioni fornero germania curiosita' sessuali commissione europea sessualità economia governo monti crisi economica bersani



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0