.
Annunci online

CURIOSITA' SESSUALI REPRESSE E SVILUPPO INTELLETTUALE/76

 
Sesso, sapresti dire dove si trova il punto G?
03/07/2013
Identikit dell'oggetto misterioso della sessualità femminile
Descrizione: Punto G sessualità femminile
Continua la pluridecennale diatriba tra gli esperti sul cosiddetto "punto G", l'interruttore del piacere femminile che, a seconda delle correnti di pensiero degli scienziati, esisterebbe o meno nel corpo della donna. Dopo diversi annunci che ne confermavano o smentivano l'esistenza, ecco arrivare il risultato di un ennesimo studio sull'argomento. Pubblicato sulla rivista scientifica "Journal of Sexual Medicine", sostiene che sì, il "punto G" c'è eccome.
 
Dov'è
Lo ha annunciato il ginecologo americano Adam Ostrzensky, dell'Institute of Gynecology di St. Petersburg in Florida, dopo aver effettuato l'autopsia di una donna di 83 anni. All'interno della vagina della signora, l'esperto americano ha trovato infatti "una struttura anatomicamente differenziata nella membrana perineale dorsale a 16,5 millimetri dalla parte superiore dell'orifizio uretrale, che forma un angolo di 35 gradi con la parete laterale dell'uretra". Insomma: il "punto G", proprio quello teorizzato e descritto per primo, nel 1950, dal ginecologo tedesco Ernst Grafenberg (dalla cui iniziale prende appunto il nome).
 
Com'è fatto
Quello individuato da Ostrzenski è lungo 8,1 millimetri, largo da 1,5 mm, e spesso 0,4 mm. Una volta estratto, il tessuto del punto G è estendibile fino a oltre 30 mm e la sua consistenza è simile al tessuto erettile del clitoride.
 
Gli studi precedenti
Tempo fa, un pool di ricercatori guidati da Emmanuele Jannini, docente di endocrinologia presso l'università dell'Aquila, aveva già individuato il Punto G tramite un’ecografia transvaginale.
Secondo gli studiosi, il punto G non è comunque una prerogativa di tutte le donne, ma solo di quelle in cui è riscontrabile un ispessimento dei tessuti che separano la vagina dall'uretra. Come spiegato da Jannini, la parete in questione è costituita da nervi e ghiandole “che si comportano in modo analogo a quanto viene riscontrato durante l'eiaculazione maschile”.
 
Sesso, sapresti dire dove si trova il punto G?
http://www.staibene.it/psiche_e_sesso/articoli/single_news/article/il_punto_g_posizione_dimensioni_e/
 
 
Puntate precedenti:
 
post/1-Freud  “La morale sessuale ‘civile’ e il  nervosismo moderno”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2558195.html
post/2-Freud  “Aforismi e pensieri”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2589675.html
post/3-De  Bernardi “Il diritto all’innocenza”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2591160.html
post/4-Il  VdS “La scoperta della sessualità”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2592702.html
post/5-card.  Scola
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2593987.html
post/6-Precocità e disinformazione sessuale
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2595765.html
post/7-Belardelli  “Il sesso migliora con l’età, per le donne il picco a 40 anni”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2596985.html
post/8-Tamburini  “Sessualità, aspetti psico-evolutivi”
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2597394.html
post/9-La  Hunziker e i maschi italiani: «Sono immersi nei tabù»
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2598135.html
post/10-Il  sesso ok? Circa 10 minuti, poi il cervello pensa ad altro
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2614532.html
post/11-Sesso  all’estero, ma di segno opposto
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2615556.html
post/12- Dal  bacio rubato all'amore in auto, il 'manuale' del sesso secondo gli 'ermellini'
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2616254.html
post/13-Test: Equilibrismi  d'amore, misura la parità di coppia
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2617205.html
post/14-Salute:  emicrania da sesso, come evitare il ‘mal di testa del traditore’
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2618892.html
post/15-Quando  l’amante è la zia
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2619722.html
post/16-L’ansia  da prestazione è rosa
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2620263.html
post/17-Gay  ma solo ogni tanto
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2623932.html
post/18-Sette  regole sul sesso, parola di John Lennon
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2624815.html
post/19-L’amore  è come una droga, potente come un antidolorifico
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2625630.html
post/20-Mi  eccito pensando a…
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2630246.html
post/21-Cosa  non fare dopo una serata di passione
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2630733.html
post/22-Sesso,  crollo del desiderio per un’italiana su tre
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2719024.html
post/23-Sesso,  chi ne è ossessionato ha paura di invecchiare
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2719805.html
post/24-Ricerca:  ‘fotografati’ i neuroni dell’aggressività, amore li spegne
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2722180.html
post/25-Tristezza  post-sesso, ne soffre una donna su tre
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2722574.html
post/26-Sesso:  se occasionale è pericoloso
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2727500.html
post/27-Video
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2729190.html
post/28-Uomini  e donne: sono davvero differenti
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2729544.html
post/29-Sesso:  lo studio, ginseng e zafferano afrodisiaci ‘verdi’
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2732610.html
post/30-La  prima volta che soddisfa i maschi e fa patire le femmine
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2732613.html
post/31-Lezioni  di sesso
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2733128.html
post/32-Quaranta  donne con l’ex Iena per parlare di sesso senza tabù
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2735477.html
post/33-Sesso:  ‘flop’ per 1 maschio italiano su 8, 500 mila in Lombardia
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2735633.html
 post/34-Sesso:  l’indagine, lui vuole coccole e carezze, lei notti bollenti
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736170.html
post/35-Sesso:  l’esperto spiega come è legato all’amore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736617.html
post/36-Sesso:  1 italiano su 10 è dipendente, 20% a rischio
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736764.html
post/37-Solo  tre coppie su 10 fedeli, lui più fedifrago. Ma non si divorzia più perché  traditi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2737144.html
post/38-Divisi  anche da una risata
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2738022.html
post/39-Erezione  difficile, i rimedi nella storia
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2768310.html
post/40-Kamasutra  per il punto G
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2769002.html
Post/41-Sesso: nuovo 'Origami condom' promette piu' sicurezza e piacere
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2769346.html
Post/42-Cassazione: 'hot line' casalingo? Nessun reato. In allegato il testo della  sentenza
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2769819.html
Post/43-Pistacchi: il frutto dell’Amore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771010.html
Post/44- Le più grandi  stranezze sessuali
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771479.html
Post/45- L’attrazione  sessuale si rivela con uno… sbadiglio
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771527.html
Post/46- Sesso: lo studio, coppie 'rumorose' piu' felici  sotto le lenzuola
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771834.html
Post/47- Le dimensioni? A letto contano eccome...
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2771993.html
Post/48-I 2 chiodi fissi dell'uomo (oltre al sesso)
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2772356.html
Post/49- Sesso: guai a letto se lei guadagna piu', lui spinto verso Viagra
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2772551.html
Post/50- Sesso: problemi sotto le lenzuola per lui, solo 1 su 4 chiede aiuto al  medico
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2772898.html
Post/51- Donne e sesso: gli studi sono  realmente scientifici?
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2773033.html
Post/52- Ecco l’identikit del maschio europeo in crisi con il sesso
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2774274.html
Post/53-Il  ritorno dell’educazione sessuale
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2774670.html
Post/54- Sesso over 65, elisir di felicità
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2775931.html
Post/55- Altro che Viagra, prova il fieno greco...
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2780508.html
Post/56-I video per far bene l’amore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2780914.html
Post/57- I test  di salute
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781305.html
Post/58-Sesso orale, due vantaggi sorprendenti
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781451.html
Post/59-Più fai sesso, più proteggi la prostata
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781682.html
Post/60-Le posizioni del sesso che ancora non conosci
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2782281.html
Post/61-Pene, quando le dimensioni contano... troppo
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2782709.html
Post/62-L’uomo  che ascolta fa buon sesso. Per lei conta l’autostima
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2782970.html
Post/63-Problemi di erezione, campanello d’allarme  per il cuore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783164.html
Post/64-I preliminari sono importanti. O no?
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783344.html
Post/65-Prima volta, che ansia...
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783785.html
Post/66-I 5 motivi per cui fa flop sotto le lenzuola
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783958.html
Post/67-Manuale  del buon sesso d’estate
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2784438.html
Post/68-Ti  ha tradito? Strategie e consigli pratici
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2784787.html
Post/69-Sesso,  le italiane sono le migliori al mondo
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2785307.html
Post/70-Donne in carriera, infedeli come gli uomini
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2785671.html
Post/71- Uomo narciso, pregi e difetti in amore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2786009.html
Post/72- Farlo tutti i giorni? Fa bene alla salute!
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2786852.html
Post/73-Il sesso è più sicuro se lo fai... allenato
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2787717.html
Post/74-I numeri del vero amore per una donna
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2788141.html
Post/75- Sesso, ecco perché d'estate si fa di più
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2789026.html
 
 
 

Lucia Riina e il lapsus freudiano capovolto

 
Totò Riina: parla la figlia Lucia: "Onorata del mio cognome" (VIDEO)
L'Huffington Post  |  Pubblicato: 28/08/2013 13:49 CEST  |  Aggiornato: 28/08/2013 13:49 CEST
http://www.huffingtonpost.it/2013/08/28/toto-riina-lucia-onorata-cognone_n_3828466.html?utm_hp_ref=italy
  
Onorata? Questo aggettivo ha tutta l'aria di un - come dire? - lapsus freudiano [1] capovolto: ascoltate le sue dichiarazioni, non tradisce il pensiero, ma lo rafforza, ne costituisce la quintessenza, il sostrato educativo fondamentale, che - si badi - per le generazioni meridionali, ed in particolare per quelle mafiose o camorriste o 'ndranghetiste, è soprattutto quello inculcato dalla madre. [2] Detto su basi empiriche ed intuitive e non di studi particolari, dal punto di vista educativo la società meridionale, segnatamente nell'"enclave" criminale, è ancora oggi, dopo secoli, una società matriarcale.
 
"O. società, denominazione data alla camorra dai suoi appartenenti; estens., può indicare altre associazioni similari (es. la mafia siciliana e la ’ndrangheta calabrese)".
 
[1] http://it.wikipedia.org/wiki/Lapsus
[2] Non è solo nelle famiglie di mafia, che è la donna che tramanda la cattiveria e l'odio. Specularmente, è la donna-madre, soprattutto, che dà l'impronta alla prole, nel bene, nelle regole. Il senso civico, la cultura civica dipendono dal padre e dalla madre, ma è la madre che crea le condizioni favorevoli o sfavorevoli. Sarebbe interesse dello Stato incentivare, attraverso la madre, il capitale sociale di una comunità come la nostra, in cui è troppo sviluppato il senso di appartenenza alla famiglia rispetto all'appartenenza alla Nazione, all'intera collettività.


Appendice
 
Gege Bruschi
41 Fan
16:51 su 28/8/2013
Purtroppo la mia precedente risposta a questo tuo intervento si è persa nell'etere, ma tenevo a farti sapere che il tuo commento sul substrato culturale del pensiero della giovane Riina mi è sembrato eccellente e illuminante. Effettivamente traspare proprio questa eredità familiare e addirittura ancestrale dal discorso della ragazza, senza contare che esso probabilmente contiene messaggi rivolti a "chi sa intendere". Ho trovato soprattutto lugubre e minaccioso il riferimento alle future generazioni...
Permalink | Condividi
 
Vincesko
19 Fan
17:50 su 28/8/2013
Grazie!

 
Post e articolo collegati:

Questione femminile, questione meridionale, rivoluzione culturale e progetto educativo
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2580796.html
 
La ferocia delle donne di Gomorra nella Scianél di Cristina Donadio
Titti Marrone
Pubblicato: 19/05/2016 08:44 CEST Aggiornato: 19/05/2016 08:44 CEST
http://www.huffingtonpost.it/titti-marrone/gomorra-scianel-cristina-donadio_b_10019894.html

 

Un corale, stentoreo pernacchio ed un'oceanica risata al Sig. B.

 
Decadenza Silvio Berlusconi: una lettera del Cav e i pareri, depositate le carte della difesa
L'Huffington Post  |  Pubblicato: 28/08/2013 13:18 CEST  |  Aggiornato: 28/08/2013 13:38 CEST
http://www.huffingtonpost.it/2013/08/28/silvio-berlusconi-lettera-cav-carte-della-difesa_n_3828355.html?utm_hp_ref=italy
 
Il mio commento non è stato pubblicato.
 
Vincesko
19 Fan
16:36 on 28/08/2013
Questo commento è in attesa di approvazione e non sarà possibile visualizzarlo finché non sarà stato approvato.

SB è un mammone dal collo taurino, narcisista, bulimico e schizoide, la cui eziologia risale ovviamente all'infanzia, poiché risiede nel rapporto malato con la sua mamma (la mitica mamma Rosa), la vera responsabile. 

Oltre alla figlia Marina (che somiglia alla nonna anche fisicamente), Alfano, Bondi, Cicchitto, Capezzone, Schifani, ecc. svolgono il loro ruolo (ben retribuito) di bravi servi zelanti e vigili mamme vicarie, che hanno tra i loro compiti anche e soprattutto quello di prendere le difese del "mammone dal collo taurino". 
In occasione del caso Noemi, su parecchi giornali fu pubblicata la notizia che il premier si era lamentato della scarsa solidarietà ricevuta da parte delle ministre, in particolare la Prestigiacomo e la Meloni (e la prima fu anche poi un po’ emarginata). 

Ora, l’inveterato mammone, che si crede sciolto dall’osservanza delle leggi, schiavo della sua natura e delle sue debolezze, anziché accettare virilmente e dignitosamente il giusto castigo, frutto di 3 gradi di giudizio, non sapendo a chi votarsi fa appello ad una nuova mamma vicaria, addirittura la Corte europea per i diritti dell’uomo. Ah, mamma Rosa!

E noi? Per i guasti materiali e morali arrecati all'Italia, dovremmo intentargli contro una class action. Almeno, colpiamolo nel suo tallone d'Achille, che è l'amor proprio ipertrofico e malato, con un colossale sberleffo: un corale, stentoreo pernacchio ed un'oceanica risata.

Il Sig. Silvio B., il mammone dal collo taurino ed il suo tallone d’Achille
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2764581.html
 
Post scriptum
 
Vincesko
19 Fan
17:44 on 28/08/2013
Questo commento è in attesa di approvazione e non sarà possibile visualizzarlo finché non sarà stato approvato.

Alla Redazione,
Che cosa non va nel mio commento delle 16:36? Se è il post allegato in fondo, potete toglierlo; se è la “diagnosi” iniziale, me l’avete già pubblicata in passato.
O è il pernacchio? Si legge di peggio, qui. Saluti.


Video collegato:

http://www.youtube.com/watch?v=3gHIDgsgE2E

 
 

Cari Senatori Moscardelli, Pezzopane, Cucca, Fabbri, Mirabelli, Pagliari, Ruta, Scalia, Spilabotte e Valentini

 

Pubblico la lettera che ho appena inviato ai sottomenzionati Senatori del PD (l'orologio del sito ilcannocchiale.it è in ritardo di oltre 2 ore).

 

Oggetto:

Abolizione parziale dell'IMU, equità e misure di welfare

Da:

A:

<claudio.moscardelli@senato.it>, <stefania.pezzopane@senato.it>, <giuseppeluigi.cucca@senato.it>, <camilla.fabbri@senato.it>, <franco.mirabelli@senato.it>, <giorgio.pagliari@senato.it>, <roberto.ruta@senato.it>,<francesco.scalia@senato.it>, <maria.spilabotte@senato.it>, <daniela.valentini@senato.it>

Data:

26/08/2013 16:30

Cari Senatori Moscardelli, Pezzopane, Cucca, Fabbri, Mirabelli, Pagliari, Ruta, Scalia, Spilabotte e Valentini,

   Dopo aver letto la notizia sui giornali del Vostro DdL per l’abolizione parziale dell'IMU, [1] evidenzio che, secondo i dati consuntivi del MEF: [2]

- il gravame medio annuo dell'IMU sulla prima casa ascende all'astronomica cifra di 225 €;
- per la prima casa, l’85% dei contribuenti ha versato fino a 400 €; l’8% circa da 400 a 600 €; e il 6,8% oltre 600 €;
- nel 2011, l’Italia era il paese con la più bassa tassazione della proprietà immobiliare tra i principali paesi OCSE.

   Inoltre, da questa analisi della Voce.info, [3] la sua abolizione si tradurrebbe in un risparmio di soldi per i più ricchi ("più della metà del gettito è pagato dagli ultimi tre decili, l’eliminazione dell’Imu sulla prima casa andrebbe a vantaggio prevalentemente dei decili elevati di famiglie") e per gli anziani.

   Per questi e molti altri motivi, [4] è un'indecenza che si parli di IMU per volontà di un miliardario imbonitore. Le priorità sono altre: il lavoro, gli ammortizzatori sociali, la casa ad affitto sociale, per le quali occorrono risorse, chiedendole agli unici che ora, dopo ben 329,5 mld di manovre finanziarie distribuite in maniera molto iniqua, le hanno: i ricchi. Non sprecarle, regalandole ai più ricchi.
Infine, osservo che anche l’abolizione dell’ICI escluse i castelli e le case di lusso, ma erano soltanto 40.000 su 32 milioni.

   A quasi tutti gli Italiani (inclusi, incredibile ma vero, docenti universitari di Economia e abituali frequentatori di blog economici), manca il quadro complessivo dell'entità e della distribuzione delle manovre finanziarie varate nella scorsa legislatura, [5] pari complessivamente alla cifra astronomica di 329,5 mld; distribuzione molto iniqua, soprattutto da parte del governo Berlusconi, perché il governo Monti, se, da un lato, ha prodotto gli ‘esodati’ (ma in una certa misura l'aveva fatto anche il governo Berlusconi col DL 78/2010), almeno, dall'altro, ha colpito tutti, ha reintrodotto l'IMU sulla prima casa e aumentato il peso sulle altre. ll mantenimento dell'IMU è anche un problema di equità. C'è, infatti, chi (tantissimi - centinaia di migliaia - persino senza reddito e semmai senza casa, quorum ego), per risanare i conti pubblici, hanno "contribuito" in misura anche 50-100 volte maggiore del gravame relativamente modesto dell'IMU sulla prima casa, pari in media a 225 € all'anno.

   Il successo economico attuale della Germania pare poggi anche su 7 milioni di mini job retribuiti 400 € al mese. Ma la situazione sociale regge anche perché là esistono:

a) il reddito minimo garantito (364 € al mese, compatibile coi mini job);

b) un sussidio congruo per l’affitto (che peraltro di norma è notevolmente più basso in Germania che in Italia).

   La crisi economica ed occupazionale sarà dura e lunga almeno 15 anni, occorre che il tema lavoro, in Italia, diventi obiettivo prioritario e strategico ed occorrono misure incisive e radicali di welfare. Occorre, per salvare la pace sociale:

a) introdurre il reddito minimo garantito (RMG), adeguatamente disciplinato, come esiste in tutti i Paesi UE tranne Grecia e Ungheria (i disoccupati sono quasi 3 milioni, i CIG circa 500 mila, gli inattivi oltre 14 milioni, per la più parte donne e al Sud; i lavoratori precari, incluse le partite IVA più o meno spurie, forse circa 7 milioni);

b) varare un piano corposo pluriennale di alloggi pubblici di qualità  (sovvenzionato,convenzionato e autocostruito, nonché recuperando edilizia da rottamare; in Italia, negli ultimi 25 anni, se ne sono costruiti meno di 1/10 che, in media, negli altri Paesi UE27; la spesa per l’housing sociale, infatti, è in Italia (dati 2009) appena dello 0,02% sul PIL, contro lo 0,57% della UE27) [6]), per dare anche un alloggio ad affitto sociale, che è l’elemento imprescindibile che rende congruo un reddito di ammontare minimo; ipotizzando un costo/appartamento di 100 mila € per 25.000-50.000 appartamenti all’anno, vanno reperiti altri 2,5-5 mld; e

c) incrementare i sussidi all’affitto;

d) prendere le risorse, tra l’altro:

- mantenendo l’IMU sulla prima casa, come in tutti i Paesi UE, con le franchigie attuali (4 mld in totale, appena 225€ in media all’anno; l’85% ha pagato meno di 400 €);

- imponendo un tetto e/o un contributo di solidarietà almeno alle pensioni superiori a 8.000 € al mese, percepite dallo 0,7% dei 16,5 milioni di pensionati, che però assorbono circa il 5% della spesa pensionistica complessiva; [7]

- introducendo un’imposta patrimoniale sulla metà del decile più ricco delle famiglie, gli unici ad avere ora i soldi, dopo 330 mld di manovre finanziarie correttive iniquamente distribuite.

   Cordialmente,

 

[1] http://www.huffingtonpost.it/2013/08/26/imu-modifiche-sentori-pd-abolzione_n_3816096.html?1377520221&utm_hp_ref=italy
[2] I dati consuntivi del MEF confermano il piagnisteo per l’IMU
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2772245.html
[3] http://t.contactlab.it/c/1000009/3449/43179925/31265
[4] 12 (e più) motivi contro l’abolizione dell’IMU sulla prima casa, nessuno a favore
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781756.html
[5] Il lavoro ‘sporco’ del governo Berlusconi-Tremonti   http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2747515.html
[6] Dal rapporto della CIES (Tab. 3.4, pag. 101), si ricava che, nel 2009, la spesa per l’housing sociale (case popolari) è, in Italia, appena dello 0,02% sul PIL, contro lo 0,57% della UE27, lo 0,75% dellaDanimarca, lo 0,65% della Germania, lo 0,20% della Spagna, lo 0,85% della Francia e l’1,47% della Gran Bretagna, con un rapporto tra questi altri Paesi UE e l’Italia, rispettivamente, di 28,5, 37,5, 32,5, 10, 42,5 e 73,5 volte: sono dati che parlano da soli e costituiscono un vero scandalo!
Rapporto sulle politiche contro la povertà e l'esclusione sociale 2011 -  2012
http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/64F52EE9-A07C-48CC-B16B-C76168EEFEB5/0/RAPPORTO_2011_2012_Fabbris.pdf (se il link non è attivo, cliccare, sulla sinistra del sito del Ministero, su "Organi collegiali" e poi su "Commissione di indagine sull'esclusione sociale" e quindi su "Rapporti annuali", oppure direttamente qui sotto)
http://www.lavoro.gov.it/Documents/Resources/Lavoro/CIES/RAPPORTO_2011_2012_Fabbris.pdf
[7] AQQ/24 - Spesa pensionistica  http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783015.html
 
  

Caro Ministro Giovannini

 
Pubblico la lettera che ho appena inviato al ministro Enrico Giovannini (l'orologio del sito ilcannocchiale è oltre 2 ore indietro). 

Oggetto:

Pensioni d'oro, equità e misure di welfare

Da:

 Descrizione: http://mailbeta-static.libero.it/cp/images/default/en/mail/smart/addcontact.gif

A:

<segreteriaministrogiovannini@lavoro.gov.it>Descrizione: http://mailbeta-static.libero.it/cp/images/default/en/mail/smart/addcontact.gif

Data:

24/08/2013 16:36


   Caro Ministro Giovannini,

   Sono rimasto spiacevolmente colpito e meravigliato da alcune Sue affermazioni contenute nella Sua recente intervista a Huffington Post. [1] Lei ha, tra l’altro, affermato, parlando di pensioni d’oro: “Si capisce bene che un intervento su centinaia di persone non è sufficiente per cambiare la situazione”.

Come Lei certamente sa, si potrebbe/dovrebbe fare molto di più.

Dati ISTAT 2010 - La distribuzione percentuale della spesa pensionistica è la seguente (un terzo dei pensionati percepisce 2 o più pensioni):
….........................N.Pensionati...% spesa
Meno di 500€……....14,4%..........4,65%
500-1.000€………....31,0%.........18,01%
1.000-1.500€……….23,5%.........23,40%
1.500-2.000€.............14,5%.........20,45%
Sopra 2.000€.……....16,5%.........33,49%
- Nel 2010, la spesa totale ammontava (al lordo di oltre 40 mld di imposte, che è una partita di giro) a 258,5 miliardi di €, per un totale di 16 milioni e 500mila pensionati.
- I percettori di una sola pensione rappresentavano il 67,3% del totale.
- I pensionati sopra i 2.000€ erano il 16,5% del totale, ma la loro spesa (86,5 mld) era pari al 33,49% della spesa complessiva.
- Le pensioni sopra gli 8.000 € - le cosiddette pensioni d’oro - erano circa 109.000, pari allo 0,7% dei pensionati, per una spesa che si può stimare in quasi 13 mld, pari a quasi il 5% della spesa pensionistica complessiva. [2]

   A quasi tutti gli Italiani (inclusi, incredibile ma vero, docenti universitari di Economia e abituali frequentatori di blog economici), manca il quadro complessivo dell'entità e della distribuzione delle manovre finanziarie varate nella scorsa legislatura [3], pari complessivamente alla cifra astronomica di 329,5 mld; distribuzione molto iniqua, soprattutto da parte del governo Berlusconi, perché il governo Monti, se, da un lato, ha prodotto gli 'esodati' (ma in una certa misura l'aveva fatto anche il governo Berlusconi col DL 78/2010), almeno, dall'altro, ha colpito tutti, ha reintrodotto l'IMU sulla prima casa ed ha aumentato il peso sulle altre. Il mantenimento dell'IMU è anche un problema di equità. C'è, infatti, chi (tantissimi - centinaia di migliaia - persino senza reddito e semmai senza casa, quorum ego), per risanare i conti pubblici, hanno "contribuito" in misura anche 50-100 volte maggiore del gravame relativamente modesto dell'IMU sulla prima casa, pari in media a 225 € all'anno.

   Il successo economico attuale della Germania pare poggi anche su 7 milioni di mini job retribuiti 400 € al mese. Ma la situazione sociale regge anche perché là esistono:

a) il reddito minimo garantito (364 € al mese, compatibile coi mini job);

b) un sussidio congruo per l’affitto (che peraltro di norma è notevolmente più basso in Germania che in Italia).

   La crisi economica ed occupazionale sarà dura e lunga almeno 15 anni, occorre che il tema lavoro, in Italia, diventi obiettivo prioritario e strategico ed occorrono misure incisive e radicali di welfare. Occorre, per salvare la pace sociale:

a) introdurre il reddito minimo garantito (RMG), adeguatamente disciplinato, come esiste in tutti i Paesi UE tranne Grecia e Ungheria (i disoccupati sono quasi 3 milioni, i CIG circa 500 mila, gli inattivi oltre 14 milioni, per la più parte donne e al Sud; i lavoratori precari, incluse le partite IVA più o meno spurie, forse circa 7 milioni);

b) varare un piano corposo pluriennale di alloggi pubblici di qualità (sovvenzionato, convenzionato e autocostruito, nonché recuperando edilizia da rottamare; in Italia, negli ultimi 25 anni, se ne sono costruiti meno di 1/10 che, in media, negli altri Paesi UE27; la spesa per l’housing sociale, infatti, è in Italia (dati 2009) appena dello 0,02% sul PIL, contro lo 0,57% della UE27) [4]), per dare anche un alloggio ad affitto sociale, che è l’elemento imprescindibile che rende congruo un reddito di ammontare minimo; ipotizzando un costo/appartamento di 100 mila € per 25.000-50.000 appartamenti all’anno, vanno reperiti altri 2,5-5 mld; e

c) incrementare i sussidi all’affitto;

d) prendere le risorse, tra l’altro:

- mantenendo l’IMU sulla prima casa, come in tutti i Paesi UE (4 mld in totale, appena 225€ in media all’anno; l’85% ha pagato meno di 400 €);

- imponendo un tetto e/o un contributo di solidarietà almeno alle pensioni superiori a 8.000 € al mese, percepite dallo 0,7% dei 16,5 milioni di pensionati, che però assorbono circa il 5% della spesa pensionistica complessiva;

- introducendo un’imposta patrimoniale sulla metà del decile più ricco delle famiglie, gli unici ad avere ora i soldi, dopo 330 mld di manovre finanziarie correttive iniquamente distribuite.

   Cordialmente,

 
[1] http://www.huffingtonpost.it/2013/08/23/enrico-giovannini-ridurre-cuneo-fiscale-rivedere-legge-fornero-pensioni-doro_n_3802901.html?utm_hp_ref=italy
[2] AQQ/24 -Spesa pensionistica  http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2783015.html
[3] Il lavoro‘sporco’ del governo Berlusconi-Tremonti  http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2747515.html
[4] Dal rapporto della CIES (Tab. 3.4, pag. 101), si ricava che, nel 2009, la spesa per l’housing sociale (case popolari) è, in Italia, appena dello 0,02% sul PIL, contro lo 0,57% della UE27, lo 0,75% della Danimarca, lo 0,65% della Germania, lo 0,20% della Spagna, lo 0,85% della Francia e l’1,47% della Gran Bretagna, con un rapporto tra questi altri Paesi UE e l’Italia, rispettivamente, di 28,5, 37,5, 32,5, 10, 42,5 e 73,5 volte: sono dati che parlano da soli e costituiscono un vero scandalo!
Rapportosulle politiche contro la povertà e l’esclusione sociale 2011-2012
http://www.lavoro.gov.it/Documents/Resources/Lavoro/CIES/RAPPORTO_2011_2012_Fabbris.pdf 
 
 

 

Caro Ministro Delrio

  
Pubblico la lettera che ho inviato ieri al ministro Graziano Delrio.
 
Imu, Graziano Delrio: "No all'abolizionecompleta, nella maggioranza permangono diverse impostazioni"
L'Huffingtonpost  |  Pubblicato: 22/08/201319:46 CEST  |  Aggiornato: 22/08/2013 19:46 CEST
http://www.huffingtonpost.it/2013/08/22/imu-delrio-no-abolizione-completa-maggioranza-diverse-impostazioni_n_3796799.html?utm_hp_ref=italy
 
LA PACE SOCIALE E L’IMU SULLA PRIMA CASA.
 
Caro Ministro Delrio,
Il successo economico attuale della Germania pare poggi anche su 7 milioni di mini job retribuiti 400 € al mese. Ma la situazione sociale regge anche perché là esistono:
a) il reddito minimo garantito (364 € al mese, compatibile coi mini job);
b) un sussidio congruo per l’affitto (che peraltro di norma è notevolmente più basso in Germania che in Italia).
Occorre, in Italia, per salvare la pace sociale:
a) introdurre il reddito minimo garantito (RMG), adeguatamente disciplinato (i disoccupati sono quasi 3 milioni, i CIG circa 500 mila, gli inattivi oltre 14 milioni; i lavoratori precari, incluse le partite IVA più o meno spurie, circa 7 milioni);
b) varare un piano corposo pluriennale di alloggi pubblici (in Italia, negli ultimi 25 anni, se ne sono costruiti meno di 1/10 che, in media, negli altri Paesi UE27; la spesa per l’housing sociale è in Italia appena dello 0,02% sul PIL, contro lo 0,57% della UE27) e incrementare i sussidi all’affitto;
c) prendere le risorse, tra l’altro:
- mantenendo l’IMU sulla prima casa, come in tutti i Paesi UE (4 mld in totale, appena 225€ in media all’anno);
- imponendo un tetto e/o un contributo di solidarietà alle pensioni superiori a 8.000 € al mese, percepite dallo 0,7% dei 16,5 milioni di pensionati, che assorbono però circa 13 mld, pari al 5% della spesa pensionistica complessiva;
- introducendo un’imposta patrimoniale sulla metà del decile più ricco delle famiglie.
Cordialmente,
 
Post scriptum:
Post collegati:
Caro Ministro Zanonato, Caro Segretario Epifani
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2788496.html
Quante remore... filosofiche quando c'è da far pagare ai ricchi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2786130.html
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lettera pace sociale imu ministro delrio

permalink | inviato da magnagrecia il 23/8/2013 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Il lapsus del ministro Zanonato

 

Imu, Flavio Zanonato: "Impegno a toglierla sulla prima casa". E a Fiat: "Deve investire di più"
L'Huffington Post  |  Pubblicato: 19/08/2013 14:58 CEST  |  Aggiornato: 19/08/2013 15:05 CEST
http://www.huffingtonpost.it/2013/08/19/imu-zanonato_n_3779015.html?utm_hp_ref=italy
 

Sull'IMU sulla prima casa (rammento: 225€ in media all'anno [*]), continua la solita confusione di linguaggio.

"Impegno del governo a toglierla sulla prima casa".

"Il presidente Letta disse che l'IMU va rimodulata, non abolita".

Sembrano affermazioni contrastanti di due persone diverse, ed invece sono state rese in successione dalla medesima persona: il ministro Zanonato.

Come si conciliino queste due affermazioni illogiche dell'on. Zanonato, è un mistero solo apparente, che la psicologia potrebbe facilmente spiegare e che attiene al meccanismo che va sotto il nome di lapsus.

"Essi [i lapsus] sono considerati forme di espressione indiretta dell'inconscio: l'errore che prende corpo nel lapsus, secondo Freud, è solo apparentemente casuale. Il lapsus non solo sarebbe la manifestazione di un desiderio inconscio che affiora e trova, così, soddisfacimento, ma costituirebbe anche un canale attraverso il quale trovano sfogo pensieri che, altrimenti, resterebbero rimossi dalla censura".
http://it.wikipedia.org/wiki/Lapsus

Quelle due affermazioni contrastanti svelano, quindi, il conflitto che alberga nella psiche del ministro Zanonato a proposito dell’IMU sulla prima casa, tra il desiderio inconscio di abolizione (vedi le sue dichiarazioni di un mese fa [*]) e il richiamo della coscienza al dovere dell’equità.  

 

[*] Caro Ministro Zanonato, Caro Segretario Epifani
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2788496.html   

 

 

Sfoglia luglio        settembre
temi della settimana

educazione banca d'italia sviluppo intellettuale elsa fornero pensioni draghi curiosita' sessuali pd bersani germania bce ue fake news renzi sessualità debito pubblico berlusconi imposta patrimoniale crisi economica economia



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0