.
Annunci online

Tedeschi, anche i popoli hanno una psicologia

 
Carlo Clericetti
7 FEB 2015
La partita greca tra ipotesi e sospetti
http://clericetti.blogautore.repubblica.it/2015/02/07/la-partita-greca-tra-ipotesi-e-sospetti/


 
http://0.gravatar.com/avatar/dbfc0dd7789de0121e49e14dea2213db?s=48&d=http%3A%2F%2F0.gravatar.com%2Favatar%2Fad516503a11cd5ca435acc9bb6523536%3Fs%3D48&r=G
desertflower 7 febbraio 2015 alle 12:35

Incomincio a pensare che la Germania sia "caratterialmente" un paese che "destabilizza"! Vediamo come va a finire con l'Ucraina.

 

@desertflower (7 febbraio 2015 alle 12:35)

Anche i popoli hanno una psicologia. Io non sono mai stato in Germania, ma da ragazzo lessi che parecchi dei Tedeschi che venivano per turismo in Italia lo facevano anche perché, non appena passavano il nostro confine, potevano sfogarsi violando impunemente le regole.

Sono invece stato qualche volta in Svizzera, dove regnava l’ordine e la pulizia, persino (a parte la terribile puzza) in campagna attorno alle vasche di merda per la concimazione, ed ho giudicato quello svizzero (anche se io di popoli ne conosco pochi) il popolo più stronzo al mondo. Poi ho trovato qualche conferma nei libri di Durrenmatt... [1]

Sono stato spesso in Trentino-Alto Adige, dove ho anche fatto il militare (quasi alla fine degli anni ’60, quando c’era ancora qualche episodio di terrorismo);[2] tutto bello, pulito e ordinato, e mi sono un po’ reso conto del perché l’Alto Adige avesse allora il primato dei suicidi in Italia. Anche la Polizia italiana era atipicamente severissima lì.

Poi, negli anni ’70, dopo il varo del Pacchetto Alto Adige,[3] lì sono arrivati i turisti italiani, dei quali gli altoatesini di lingua tedesca, che prima quando gli chiedevi un’informazione in italiano facevano finta di non capire, apprezzarono presto la propensione a spendere e l’uso di mangiare al ristorante partendo dall’antipasto e finendo col caffè, appetto ai turisti tedeschi che arrivavano in gruppo, consumavano soltanto un piatto di spaghetti e scappavano. Devono essere rimasti uguali, poiché ho letto pochi giorni fa che il tedesco, se ha 3 patate, ne mangia soltanto una e vende le altre 2…

L’educazione troppo severa non fa mai bene. Questo vale sia per i popoli che per le persone. Ho trascorso recentemente 3 anni in un piccolo paesino collinare del salernitano di 4 mila anime e sono rimasto impressionato dalla severità, freddezza e scarsa empatia degli abitanti. Anche lì c’è un alto tasso di suicidi e mi capitò di sventarne uno, poiché un ragazzo, lasciato dalla fidanzata, pensò bene di tentarlo – invero maldestramente – impiccandosi al lampione sotto casa mia.[4]

Io non ne so molto, ma pare che il protestantesimo[5] dia una mano a crescere con troppa severità. Basta vedere la cancelliera Merkel, che è figlia di pastore protestante…[6] I Tedeschi sono bravissimi nell’economia, nel commercio, nell’organizzazione, nella musica, nella filosofia, nello sport, ma in politica sono negati. Finché avevano bisogno dello scudo statunitense ed europeo ed erano sotto tutela, hanno fatto i bravi, ma ora che per loro meriti e per demerito degli altri (soprattutto Francesi e Britannici) sono diventati i leader in Europa, viene fuori tutta la loro incapacità di assumersi anche la responsabilità e gli oneri della loro leadership, persino sotto forma di consumi e investimenti interni per il benessere dei Tedeschi![7] E, come capita a tutti quelli educati troppo severamente, sfogano le loro frustrazioni con gli altri con un sovrappiù di spietatezza.

Va anche aggiunto, per completezza, che un po’ dell’arroganza e del complesso di superiorità tedesca nei riguardi dei Paesi latini e dei Greci ce l’hanno anche i “satelliti” Olanda, Belgio, Finlandia, ecc.

Conclusione: completiamo i compiti a casa, ma quel che è certo è che il modo peggiore di trattare gli arroganti con supposto complesso di superiorità è l’acquiescenza. W i Greci!

 

[1] Friedrich Durrenmatt http://it.wikipedia.org/wiki/Friedrich_D%C3%BCrrenmatt

[2] Quella volta che le mucche fermarono il tiro degli obici
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2748524.html

[3] Pacchetto Alto Adige http://it.wikipedia.org/wiki/Pacchetto_per_l'Alto_Adige

[4] Tentato suicidio (sventato) http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2721885.html

[5] Protestantesimo http://it.wikipedia.org/wiki/Protestantesimo
Qual è la differenza tra i cattolici e i protestanti?
http://www.gotquestions.org/Italiano/differenze-cattolici-protestanti.html

[6] Angela Merkel http://it.wikipedia.org/wiki/Angela_Merkel

[7] La Germania risana i conti, ma non investe nelle infrastrutture
DARIA DELNEVO - 4 febbraio 2015
I finanziamenti sono scesi al disotto del 2% del Pil, ma per il German Marshall Found, se si vuole garantire in futuro la prosperità della società tedesca è necessario investire di più e meglio, favorendo alle grandi opere progetti su piccola scala a livello di quartiere
http://www.eunews.it/2015/02/04/la-germania-risana-conti-ma-non-investe-nelle-infrastrutture/29646

 

 
Post e articolo collegati:
 
N. 16 post sulla Germania, lo spread ed altro

(1) Le promesse da marinaio della “bottegaia” Merkel
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2739381.html 

(2) Il solito Olli Rehn, l’amico del giaguaro
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2744430.html

(3) L’Europa riparte da qui
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2745490.html

(4) Le determinanti dello spread
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2746466.html

(5) Il chiagne e fotte dei furbi “bottegai” tedeschi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2747517.html

(6) I facitori dello spread
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2748019.html

(7) Lo spread e gli ‘amici del giaguaro’
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2748385.html

(8) Lo ‘schiaffo’ benvenuto di Draghi alla cancelliera Merkel
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2753007.html

(9) L’egoismo e l’arroganza dei Tedeschi ed i compiti a casa nostra
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2781980.html

(10) Dialogo sulle pensioni d’oro, gli ammortizzatori sociali e il caso tedesco
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2790913.html

(11) Dialogo su crisi economica, deflazione e arroganza della Germania
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2795390.html

(12) Dialogo sulla furbizia degli Italiani e dei Tedeschi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2804796.html

(13) L’arroganza della Corte Costituzionale tedesca
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2805065.html

(14) Eliminare l’Euro o ridurre lo strapotere della Germania?
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2810032.html

(15) Dialogo sull’Euro, la Lira e la sovranità monetaria
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2811768.html

(16) False opinioni sull’Italia e la Germania
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2824672.html

 

Sfoglia gennaio        marzo
temi della settimana

crisi economica draghi riforma delle pensioni fornero imposta patrimoniale fake news pd curiosita' sessuali renzi ue sviluppo intellettuale bersani germania debito pubblico berlusconi sessualità pensioni governo monti economia bce banca d'italia



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1483999 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0