.
Annunci online

Landini e la nascita di un partito di sinistra progressista

 
Carlo Clericetti  16 MAR 2015
Landini spiegato da se medesimo
http://clericetti.blogautore.repubblica.it/2015/03/16/landini-spiegato-da-se-medesimo/

 

Democrazia

Io ho votato candidato premier Bersani, alleanza con SEL, un programma di sinistra. Mi ritrovo PdC Renzi, alleato NCD, un programma misto di Csx-Cdx (inizialmente di Csx poi sempre più destrorso).[1]

Renzi racconta troppe bugie (errore esiziale per un leader di centrosinistra) per essere credibile.[2] Io, iscritto della prima ora, riformista, dopo 40 anni di PCI-PDS-DS-PD, non voto più PD soprattutto per questo, oltre che per la sua deriva destrorsa. Renzi, dopo aver minacciato sfracelli, si è arreso alla Merkel.[3] Padoan è un burocrate troppo prudente per essere all’altezza di confrontarsi con arroganti a dismisura, come sono i Tedeschi.[4]

Finora il mastodontico risanamento dei conti pubblici (330 mld nella scorsa legislatura, ma le misure permanenti vigono tuttora) è stato iniquo e fatto in grandissima parte a spese dei non ricchi.[5] Le disuguaglianze sono aumentate. Sia in Italia che nel mondo. Il processo planetario di riequilibrio della produzione, della ricchezza e del benessere è solo all’inizio.[6] I ricchi (il famoso 1%) sono 4 gatti potenti, spietati e bulimici, ma decidono per tutti perché possono contare su 4 fattori: a) risorse finanziarie enormi; b) il controllo dei media; c) l’ausilio di agit-prop ben retribuiti; e d) l’ammuina e la divisione dei milioni, miliardi di poveri, il restante 99%.[7]

Nascita di un partito di sinistra progressista

Io mi auguro perciò che, al di là dell’elemento fondamentale della partecipazione della società civile, possa nascere anche in Italia un partito di sinistra progressista, che si aggiunga a Syriza in Grecia[8] e Podemos in Spagna[9], per costituire un’alleanza di sinistra dei Paesi del Sud contro lo strapotere della Germania e satelliti, e della prona Commissione europea, dominati da un’élite reazionaria.[10] 

Programma

La via italiana non può che basarsi, prima di tutto, su un motto socialista come “Libertà e giustizia sociale”, che ne costituisca l’ispirazione fondamentale del programma. 

Leadership

Il rapporto psicologico con la leadership è il vero punto debole di qualunque partito di sinistra italiano e la cartina di tornasole per prevederne l’esito. Primo, perché qualunque organizzazione – e il partito è un’organizzazione di uomini accomunati da ideali ed obiettivi concreti - per il suo successo ha bisogno di un leader. Secondo, perché non esiste – come anche Syriza e Podemos (e M5S e PD) dimostrano plasticamente – un grande partito di sinistra senza un leader forte, ben visibile, concreto, empatico, capace di comunicare. Anche il sorriso fa parte di una buona comunicazione, per questo un Landini è escluso. Peraltro, egli stesso ha dichiarato intelligentemente che non si propone come leader politico. Meno male. A scanso di equivoci, io ritengo inadeguati anche il molle Civati o il pretesco Cuperlo. Terzo, perché la scelta politica è anch’essa frutto della struttura psicologica, e l’elettore di sinistra (in misura crescente man mano che si procede verso il limite estremo) ha “strutturalmente” un rapporto conflittuale con l’autorità paterna. E quindi con la leadership.

Alexis Tsipras[11] e Pablo Iglesias[12] sono tosti, ma sanno anche sorridere, per dire che hanno capacità comunicativa. O si pensa, non dico di vincere, ma di guadagnare una fetta significativa di consensi per incidere sul processo legislativo (che è quello in definitiva, come si è accorto anche Maurizio Landini, che conta) in senso progressista prendendo solo i voti degli intelligentoni di estrema sinistra? Ma, si sa, a tanti non interessa vincere, ma "ammazzare" tutti i giorni il loro padre (o madre). 

Conclusione

Come nel calcio, speriamo nasca un centravanti-leader tosto, concreto e comunicativo capace di giocarsela e sperabilmente portarci alla vittoria.

 
[1] Renzi, il “complotto” del lavoro e lo snaturamento del PD
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2821878.html
 
[2] La comunicazione di Matteo Renzi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2819792.html
 
[3] PD, metamorfosi incipiente di un partito
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2821607.html
 
[4] L’arrogante predominio tedesco, il salvataggio della Grecia e l’abuso delle stupide regole UE  http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2828301.html
 
[5] Il lavoro ‘sporco’ del governo Berlusconi-Tremonti
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2747515.html  
 
[6] Trasformazione epocale da governare al meglio
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2753469.html
 
[7] L’ammuina dei poveri e l’egoismo dei ricchi
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2671843.html
 
[8] Syriza  http://it.wikipedia.org/wiki/Coalizione_della_Sinistra_Radicale
 
[9] Podemos  http://it.wikipedia.org/wiki%2FPodemos_(Spagna)
 
[10] UE, dirigenti illuminati o massoni reazionari?
http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2826862.html
 
[11] Alexis Tsipras  http://it.wikipedia.org/wiki/Alex%C4%ABs_Tsipras
 
[12] Pablo Iglesias Turrión http://es.wikipedia.org/wiki/Pablo_Iglesias_Turri%C3%B3n
 
 
Articoli collegati:
 
Perché contesto il populismo di sinistra di Landini
18-03–2015  Emanuele Macaluso
http://formiche.us8.list-manage.com/track/click?u=36b7a9702ea86a9f69b819156&id=1a65c62d33&e=07e3b92ad9

La coalizione sociale di Landini e la possibilità di un'altra politica
di Stefano Rodotà  15 marzo 2015
http://temi.repubblica.it/micromega-online/la-coalizione-sociale-di-landini-e-la-possibilita-di-unaltra-politica/
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito politico landini syriza podemos

permalink | inviato da magnagrecia il 18/3/2015 alle 21:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio        aprile
temi della settimana

fake news sviluppo intellettuale commissione europea governo monti bersani banca d'italia pd italia economia curiosita' sessuali ue bce sessualità germania riforma delle pensioni fornero renzi berlusconi pensioni debito pubblico imposta patrimoniale



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1679770 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0