.
Annunci online

Lettera n. 2 alla professoressa Veronica De Romanis sulle sue notizie false sulla flessibilità concessa all’Italia




Pubblico la seconda lettera che ho inviato 10 giorni fa alla professoressa, di ideologia neo-liberista, Veronica De Romanis, docente all'Università Luiss di Roma. Ad oggi, non ho ricevuto alcuna risposta né alla prima né alla seconda lettera.


Lettera n. 2 alla professoressa Veronica De Romanis sulle sue notizie false sulla flessibilità concessa all’Italia

30/8/2019 12:20


Egr. Professoressa De Romanis,

Nel suo intervento di ieri in diretta a Radio1-Zapping Lei ha dichiarato che l’Italia, (i) dopo Monti non ha più fatto austerità e (ii) che è stato il Paese che ha più beneficiato della flessibilità.

Sorprende che una economista attenta e severissima censora dei vizi economici dell’Italia come Lei – dovendo escludere la malafede - sia vittima di false convinzioni come una qualunque casalinga:

- sia nel caso macroscopico della responsabilità della recessione, che anche Lei, come tutti gli esperti, ascriveva al Governo Monti[1];

- sia nel valutare se ci sia o non una politica economica espansiva basandosi soltanto sul parametro del deficit e non su quello dell’avanzo primario, che sottrae risorse all’economia reale, atteso che i percettori degli interessi passivi sul debito pubblico non sono quasi per nulla le famiglie (5% circa) ma, nella stragrande maggioranza, o banche e altre istituzioni finanziarie o residenti esteri,[2] per cui restano nel circuito finanziario o all'estero;

- sia nell’aderire fideisticamente alla vulgata, diffusa ad arte dalla Commissione Europea, che l’Italia sia il Paese che più ha beneficiato della c.d. flessibilità, tesi del tutto infondata – come ho osservato nella mia Replica alla DG Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea[3] –, oltre all’inaffidabilità della formula del deficit strutturale ammessa dalla stessa Commissione Europea fin dal 2013, in presenza dei seguenti dati relativi allo sforamento complessivo del parametro del 3% deficit/Pil nel periodo 2007-2016 (ricavati dalla tabella n. 4[1]): Irlanda 55,2%, per 7 anni; Grecia 54,4%, per 9 anni; Spagna 40,2%, per 9 anni; Portogallo 29,3%, per 8 anni; Francia 15%, per 9 anni; (Gran Bretagna 24,2%, per 7 anni); Italia 4%, per 3 anni.

Cordiali saluti,

V.

____________________


Note

[1] Lettera alla professoressa Veronica De Romanis sulle sue notizie false su chi ha attuato l’austerità economica

[2] Detentori del debito pubblico italiano

Banca d'Italia ……………………….367.824  (16,2%)

istituzioni finanziarie monetarie ……599.611  (26,5%)

altre istituzioni finanziarie ………….437.308  (19,3%)

altri operatori residenti ……………...127.802  (5,6%)

operatori non residenti ……………...730.512  (32,3%)

Totale …………………………..…2.263.056  (100,0%)

[3] Replica alla risposta della DG Affari Economici della Commissione Europea (anche per conto della Commissaria Margrethe Vestager)



Sfoglia agosto        ottobre
temi della settimana

pensioni riforma delle pensioni fornero curiosita' sessuali commissione europea germania debito pubblico ue bce crisi economica fake news bersani renzi governo monti economia sviluppo intellettuale imposta patrimoniale pd sessualità banca d'italia berlusconi



ultimi commenti
4/10/2018 1:30:06 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Draghi ha detto che nel 2045 la spesa pensionistica sara' al 20%/PIL e non al 16%/PIL come previsto ..."
4/10/2018 1:00:55 PM
Gior in Lettera al Prof. Alberto Brambilla su un suo articolo con fake news sulla riforma Fornero
"Cosa ne dici di questo articolo? Fanno il confronto al ribasso sfruttando lo squilibrio ..."
3/27/2018 1:23:13 PM
Gior in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Sei evocato su Iceberg Finanza ..."
3/24/2018 4:20:09 PM
da magnagrecia in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"Salve,A Di Maio ho inviato più volte le mie e-mail p.c. Poi, visto che continuava a straparlare ..."
3/23/2018 10:30:25 PM
Pietro in Dialogo con Paolo Zani di Tuttoprevidenza sulle sue fake news sulle pensioni
"buonasera sig. V.scopro solo ora i suoi articoli sulle Pensioni e la sua battaglia per la verità ..."


links


archivio

Blog letto1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0