Blog: http://Vincesko.ilcannocchiale.it

CURIOSITA' SESSUALI REPRESSE E SVILUPPO INTELLETTUALE/38

           

Divisi anche da una risata

I maschi tendono alla spontaneità, le donne si divertono in modo più profondo

21/3/2010

FABIO SINDICI

 

TORINO. Quando una risata scoppia sulle labbra, nel cervello si accende una luce. Che brilla in maniera diversa, nei circuiti neuronali delle donne e degli uomini. E’ quello che risulta dalla combinazione delle tecnologie di «brain imaging» con il racconto di barzellette, storielle, aneddoti o con la visione di film comici. Può essere il solletico partenopeo – preferito in genere dai maschi - delle battute di Totò («Lei è la sorella? E da quanto tempo?») o lo humour newyorchese – molto amato dalle femmine – di Woody Allen («Essere bisessuali raddoppia le chances per un appuntamento il sabato sera»). Quello che conta, per la scienza, sono le conseguenze del ridere.

Il senso del buffo è stato passato allo scanner della risonanza magnetica dai ricercatori delle università americane di Stanford e Durham, come dai colleghi degli atenei britannici. Scherzi triviali e sofisticati nonsense, commedie demenziali e black humour. Gli scienziati hanno provato tutte le chiavi per aprire la serratura del riso. «Se le cavie rispondevano con risate rumorose, una precisa regione cerebrale si illuminava», racconta Kathleen Stein, che nel libro «The Genius Engine» (Il motore del genio) descrive i test con i quali i neuroscienziati Vinoed Goel e Raymond Dolan hanno registrato la soddisfazione e il divertimento dei partecipanti ai test al London Institute of Neurology.

La zona stimolata dal senso dell’umorismo è soprattutto quella della corteccia prefrontale, addetta alla comprensione del linguaggio e all’assunzione di decisioni. Ma anche il sistema limbico, che regola il senso di piacere grazie alla dopamina. Ed è qui che si gioca la differenza dei sessi.

«Uomini e donne, in media, ridono allo stesso numero di storie divertenti - spiega Dean Mobbs, che ha diretto il team dell’università di Stanford -. La differenza è che le donne mostrano una maggiore attività nella corteccia prefrontale sinistra. Questo suggerisce che le informazioni sono processate in modo più accurato e che le donne operano un’elaborata decodificazione del linguaggio. Alla fine anche la risposta del sistema limbico è maggiore rispetto agli uomini, il che significa un godimento più profondo». In altre parole, le donne ci mettono più tempo per decidere se una battuta è esilarante. Gli uomini hanno una risposta immediata. Ma le signore ridono più a fondo. Dimostrano, almeno un piacere più completo.

La ricerca scientifica, comunque, non è nuova all’indagine sul buonumore. Già nel 2003 il professor Robert Wiseman dell’università dello Hertfordshire aveva lanciato il «Laugh Lab» (il laboratorio della risata), chiedendo di votare su Internet la barzelletta preferita. E poi usando il materiale ottenuto – una valanga di barzellette – per formulare teorie sull’umorismo. I test condotti attraverso cartoni animati da Andrea Samson dell’università svizzera di Friburgo, invece, hanno diviso i volontari della risata in «empatici» e «sistematici». I primi tendono a risolvere l’incongruenza alla base della trovata umoristica entrando nella mentalità dei personaggi della storia. I secondi, invece, con la logica. Le donne sono più numerose nella prima categoria. Preferiscono la risata emotiva insieme con Luciana Littizzetto e Massimo Troisi, rispetto all’umorismo rarefatto di Achille Campanile, per fare degli esempi italiani. Altre ricerche hanno poi rivelato che lo humour al femminile scansa le barzellette e preferisce l’aneddoto: mira al concreto. Ama la commedia leggera dei sentimenti e si chiude a riccio con il cinepanettone o il fescennino.

Ma le ricerche di Friburgo hanno individuato anche un’altra categoria, quella dei «cercatori di esperienza». Sono i più curiosi, che siano donne o uomini. Per loro lo scherzo rappresenta una novità su cui esercitare l’intelligenza. Il loro humour preferito è quello giocato sui nonsense, «scherzi filosofici» che lasciano uno spazio indeterminato. «I cercatori di esperienza mostrano una grande attività nella regione dell’ippocampo, quando apprezzano un nonsense», dice la studiosa. E l’ippocampo è la parte del cervello che si sveglia di fronte alle situazioni nuove.

Insomma, c’è molto dietro una risata. E, se l’umorismo è volatile, gli effetti restano. Mobbs è convinto che i meccanismi che legano la risata alla gratificazione possano aiutare nella cura della depressione. E’ comunque assodato che lo humour richieda un’enorme quantità di energia cerebrale. «La comprensione di una barzelletta potrebbe sembrare un processo banale e intuitivo. Ma le immagini dal cervello mostrano che in ballo c’è di più di ciò che pensavamo». Donne o uomini, una risata, forse, ci salverà.

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/societa/201003articoli/53337girata.asp  

 

 

Puntate precedenti:

 

post/1-Freud “La morale sessuale ‘civile’ e il nervosismo moderno”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2558195.html

 

post/2-Freud “Aforismi e pensieri”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2589675.html

 

post/3-De Bernardi “Il diritto all’innocenza”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2591160.html

 

post/4-Il VdS “La scoperta della sessualità”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2592702.html

 

post/5-card. Scola

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2593987.html

 

post/6-Precocità e disinformazione sessuale

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2595765.html

 

post/7-Belardelli “Il sesso migliora con l’età, per le donne il picco a 40 anni”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2596985.html

 

post/8-Tamburini “Sessualità, aspetti psico-evolutivi”

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2597394.html

 

post/9-La Hunziker e i maschi italiani: «Sono immersi nei tabù»

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2598135.html

 

post/10-Il sesso ok? Circa 10 minuti, poi il cervello pensa ad altro

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2614532.html

 

post/11-Sesso all’estero, ma di segno opposto

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2615556.html

 

post/12- Dal bacio rubato all'amore in auto, il 'manuale' del sesso secondo gli 'ermellini'

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2616254.html

 

post/13-Test: Equilibrismi d'amore, misura la parità di coppia

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2617205.html

 

post/14-Salute: emicrania da sesso, come evitare il ‘mal di testa del traditore’

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2618892.html

 

post/15-Quando l’amante è la zia

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2619722.html

 

post/16-L’ansia da prestazione è rosa

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2620263.html

 

post/17-Gay ma solo ogni tanto

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2623932.html

 

post/18-Sette regole sul sesso, parola di John Lennon

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2624815.html

 

post/19-L’amore è come una droga, potente come un antidolorifico

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2625630.html

 

post/20-Mi eccito pensando a…

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2630246.html

 

post/21-Cosa non fare dopo una serata di passione

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2630733.html

 

post/22-Sesso, crollo del desiderio per un’italiana su tre

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2719024.html

 

post/23-Sesso, chi ne è ossessionato ha paura di invecchiare

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2719805.html

 

post/24-Ricerca: ‘fotografati’ i neuroni dell’aggressività, amore li spegne

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2722180.html

 

post/25-Tristezza post-sesso, ne soffre una donna su tre

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2722574.html

 

post/26-Sesso: se occasionale è pericoloso

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2727500.html

 

post/27-Video

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2729190.html

 

post/28-Uomini e donne: sono davvero differenti

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2729544.html

 

post/29-Sesso: lo studio, ginseng e zafferano afrodisiaci ‘verdi’

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2732610.html

 

post/30-La prima volta che soddisfa i maschi e fa patire le femmine

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2732613.html

 

post/31-Lezioni di sesso

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2733128.html

 

post/32-Quaranta donne con l’ex Iena per parlare di sesso senza tabù

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2735477.html

 

post/33-Sesso: ‘flop’per 1 maschio italiano su 8, 500 mila in Lombardia

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2735633.html

 

post/34-Sesso: l’indagine, lui vuole coccole e carezze, lei notti bollenti

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736170.html

 

post/35-Sesso: l’esperto spiega come è legato all’amore

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736617.html

 

post/36-Sesso: 1 italiano su 10 è dipendente, 20% a rischio

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2736764.html

 

post/37-Solo tre coppie su 10 fedeli, lui più fedifrago. Ma non si divorzia più perché traditi

 http://vincesko.ilcannocchiale.it/post/2737144.html

 

Pubblicato il 7/5/2012 alle 0.21 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web