Blog: http://Vincesko.ilcannocchiale.it

Anche un professore può sbagliare i calcoli

 

Il precipizio economico dell’Agenda Monti
di Luciano Gallino 
Posted by keynesblog on 9 gennaio 2013 in Economia, Italia
http://keynesblog.com/2013/01/09/il-precipizio-economico-dellagenda-monti/
  
Eccepisco, limitandomi all'interno: 1) dal punto di vista algebrico, il pareggio di bilancio nel 2013 vuol dire che vi è incluso un avanzo primario pari all'ammontare degli interessi passivi sul debito, per cui in costanza di avanzo primario (invarianza di spese ed entrate) non ci sarebbe nessun aumento del debito; 2) paradossalmente (ed ovviamente), poiché l'obbligo del pareggio di bilancio è al netto delle misure anti-cicliche, l'aumento del debito, coeteris paribus, si avrebbe soltanto se si adottassero misure anti-cicliche; 3) Bersani ha già dichiarato che chiederà, assieme al presidente Hollande, un'attenuazione del fiscal compact; 4) politicamente, finanziariamente e per equità (finora i ben 330 mld di manovre correttive sono stati addossati in gran parte sul ceto medio-basso e persino sui poveri (col taglio della spesa sociale, per cui i soldi ora li hanno solo i ricchi), si dovranno adottare misure fiscali straordinarie di riduzione celere del debito (come proposto anche da liberisti e conservatori), quali un'imposta patrimoniale ordinaria a bassa aliquota, prevedendo una franchigia di almeno 800 mila € (ipotesi CGIL) ed un prestito forzoso di almeno 150 mld su una platea selezionata; 5) infine, va da sé che una parte dei soldi necessari va presa dalla spending revuew (che vuol dire una riduzione/qualificazione della spesa pubblica): solo la voce "beni e servizi" vale quasi 140 mld e presenta - data l'incidenza del menefreghismo e della corruzione della PA - una potenziale, significativa latitudine di risparmio.
 

Pubblicato il 10/1/2013 alle 1.35 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web