Blog: http://Vincesko.ilcannocchiale.it

Lettera ad Antonio Polito

 
Dopo avere ascoltato l’altro ieri, a Radio3-Tutta la città ne parla, [1] l’ennesima sua concione dalla logica vagamente stortignaccola, riporto la lettera che inviai il 14/9/2011 ad Antonio Polito, uno dei grilli parlanti del giornalismo italiano, presente dappertutto, col suo sorrisetto cinico e sdentato, pronto a sfoggiare, da quando scrive sul Corriere della Sera, il suo apparente cerchiobottismo, in realtà pencolante verso destra ed i poteri forti. Ad oggi, non ho ricevuto nessuna risposta.
 

Oggetto:

LA CASTA DEI GIORNALISTI DI DESTRA E QUALCUNO ANCHE DI SINISTRA, LE MANI IN TASCA E GLI UTILI IDIOTI

A:

<a.polito@corriere.it>Descrizione: http://mailbeta-static.libero.it/cp/images/default/en/mail/smart/addcontact.gif

Data:

14/09/2011 22:00 

LA CASTA DEI GIORNALISTI DI DESTRA E QUALCUNO ANCHE DI SINISTRA, LE MANI IN TASCA E GLI UTILI IDIOTI

Egr. Dott. Polito,

La manovra correttiva 2010 di 24,9 mld per il biennio 2011-2012 è stata scaricata sul ceto medio-basso e sui poveri: ha tagliato della metà il numero dei precari della PA ed ha rinviato di 12 mesi l’erogazione della pensione, anche per i 65enni inattivi (a reddito zero), tra cui il sottoscritto per cause di forza maggiore, che così sta subendo un mancato introito quest’anno di 20 mila €! (E Berlusconi ha pure l’improntitudine di dire che non ha mai messo le mani nelle tasche degli Italiani!); e tagliato di ben il 75% la spesa sociale delle Regioni e dei Comuni (disabili, disoccupati, anziani, minorenni a rischio, ragazze-madri, matti, ex drogati, ex carcerati, LSU, ecc.), senza che i tre uomini più ricchi d'Italia (Ferrero, Del Vecchio e Berlusconi) e tutti gli altri ricchi e più abbienti (tranne i farmacisti, in quanto fornitori del SSN), inclusi i direttori e gli editorialisti dei giornali e dei telegiornali, tutti concordi nell’approvarla, stiano pagando un solo centesimo. Idem per quella di un mese fa.

Poi, la manovra correttiva di luglio/agosto 2011, nella prima stesura approvata dal CdM, ha deciso un contributo di solidarietà del 5% sui redditi maggiori di 90 mila € all’anno e del 10% sui redditi maggiori di 150 mila €, che presumibilmente avrebbe colpito anche i direttori (tra cui Sallusti, Belpietro, De Bortoli, Napoletano e Sechi) ed i più importanti editorialisti di giornale (tra cui Feltri, Bechis, Ostellino, Giannino e Cisnetto), severi custodi dei conti pubblici, che hanno sempre entusiasticamente sollecitato ed approvato le precedenti manovre che hanno tutte colpito soprattutto i “poveri”, e che invece ora, guarda caso, sono stati tutti molto critici, in particolare del contributo di solidarietà, poiché, finalmente!, toccava anche a loro pagare. Ed allora, la casta dei direttori, vice direttori ed editorialisti di giornale si sono rifiutati di contribuire ed hanno scatenato una vera e propria canea vergognosa, con in testa i “destri” Belpietro, Sechi, Porro, Bechis, ecc., ai quali noto con dispiacere che si sono volentieri aggregati i “sinistri” Corradino Mineo (Rainews), Stefano Menichini (Europa) e qualche altro.

Ora, la canea degli “Utili idioti” (dei ricchi), ha ripreso il suo obiettivo solito: l’imposta patrimoniale sui grandi patrimoni (oltre una soglia di ricchezza netta di almeno 800 mila €). I nemici dell’imposta patrimoniale, misura indispensabile per l'equità e la crescita, sono sia il 10% di popolazione che detiene il 45% della ricchezza nazionale - il che è normale - sia quel certo numero di “utili idioti” (dei ricchi) ben retribuiti al loro servizio – il che è comprensibile -, sia, purtroppo, la massa di milioni di “utili idioti” che gratuitamente appoggiano la politica economica di destra, dettata dal e nell’interesse del 10% predetto, e che, chissà perché, come scriveva Einstein a Freud, chiedendogli lumi, a proposito della guerra, appoggiano decisioni (o ‘non decisioni’, com’è il caso della patrimoniale) che vanno contro il loro interesse.

Lei, Dott. Polito, dopo il Suo intervento di ieri a “Ballarò” , per me fa parte di diritto degli “Utili idioti”.

Distinti saluti

[1]http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/programmi/puntata/ContentItem-f3658738-21ed-4ab4-baa5-8b1520bdd7f0.html
 
 

Pubblicato il 13/3/2013 alle 0.50 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web