Blog: http://Vincesko.ilcannocchiale.it

Lo spinello libero è una scelta comparativamente più razionale


SPINELLO NON È BELLO

DAVIDE GIACALONE  -  26 luglio 2016



Sono argomentazioni in apparenza sapientemente sviluppate, ma in sostanza fesserie intellettualoidi avulse dalla realtà, ammannite per giunta con l’alibi di preoccuparsi della “sorte dei consumatori”. L’altruismo dei “destri” è sempre oltremodo sospetto.

Io sono favorevole alla legalizzazione delle droghe sia leggere che pesanti. Il proibizionismo in decenni s’è dimostrato inefficace e foraggiatore delle mafie.

Racconto un aneddoto significativo. Ho un parente stretto che abitava fino a qualche mese fa in un quartiere nel centro di Napoli (quartiere popolare-misto), in un piccolo palazzo al cui piano terra abita e opera da 4 anni, nel proprio appartamento, un’intera famiglia di spacciatori - pare di cocaina -, con un traffico continuo di “clienti” che comincia la sera e va avanti per tutta la notte, per tutte le notti (nessuna esclusa!), con fastidi notevoli per i poveri, malcapitati, “tolleranti” per cultura e paura, e resistenti per scelta o mancanza di alternativa (tranne il mio parente suddetto, napoletano di adozione) coinquilini.

Tutti lo sanno, pare anche la Polizia (?!), ma la cosa va avanti “normalmente”, senza che nessuno intervenga. Casi analoghi pare siano presenti in tutti i quartieri della città.

Citazione: “Il concetto di “dose personale” ha, di fatto, depenalizzato lo spaccio, tanto che ogni giorno se ne arrestano a manate e ogni giorno li si libera. La lotta alla droga fallisce, prima di tutto, perché non la si combatte”. Ecco, evitiamo questa sorta di illogica fatica di Sisifo e, se proprio si deve proibire e combattere questa guerra asimmetrica, concentriamo le forze sulla lotta effettiva alle droghe pesanti, senza farsi troppe illusioni, però.



Post e articolo collegati:


La legalizzazione della droga è una scelta razionale e di buonsenso


Marijuana, i numeri e le regole in Europa (INFOGRAFICA)

CRONACA - FEDERICA VILLA

25 luglio 2016

In Italia si discute alla Camera la proposta di legge numero 3235 per consentire la detenzione di 5 grammi all’esterno e 15 in casa. Voto rinviato a settembre. Nell’Ue regole diverse in ogni Paese


**********



Pubblicato il 28/7/2016 alle 16.39 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web